Redazione

Redazione

Martedì, 18 Dicembre 2012 20:01

CARBONE 5° A PISA

Si è conclusa domenica in toscana la stagione agonistica 2012 dell’Asd Cosenza K42 con la partecipazione alla Pisa City Marathon comprensiva di half. La lunga trasferta affrontata in autobus, ha prodotto risultatati in chiaro scuro per il tecnico Leone che puntava a piazzare un atleta tra le prime dieci posizioni in entrambe le distanze. Le condizioni meteo ideali della mattina propendevano ad un conseguimento di quanto ambito dalla società bruzia. La partenza unica, avvenuta nelle adiacenze di piazza dei miracoli, contava 2300 maratoneti sdoppiatisi poi lungo il percorso per proseguire su tracciati distinti in base alla percorrenza. Ottimo il risultato sulla ventuno con l’enfant prodige Aldo Carbone che conquista un 5° posto assoluto in 1h12’55’’, migliorando di oltre un minuto il suo personale e con Paolo Audia, fresco di record alla maratona di Firenze, giunto 14° in 1h15’33’’. Salvatore Granato lascia il segno, prima di passare di categoria, con 1h23’39’’ (record personale) davanti al crotonese Antonio Carvelli (1h24’05’’) sottotono nella parte finale della gara. Benedetto Andreoli si conferma leader nella categoria d’appartenenza aggiudicandosela, ma senza premiazione, in 1h28’’ netti. Altro record della giornata va a Giovanni Rega con un crono di 1h30’10’’ e che anticipa sul traguardo Carmelo Pastura (1h30’36’’). L’assessore podista Carmine Vizza si difende bene, nonostante gli impegni istituzionali non gli consentano allenamenti accurati, con un onorevole 1h33’23’’. Salvatore De Bernardo rinvia ancora l’appuntamento per scendere sotto l’ora e trenta, mentre si rivela in crescita il sangiovannese Francesco Audia che fa registrare un notevole passo in avanti con il suo 1h38’58’’. Giovanni Talerico (ennesimo record 1h47’42’’) non è più una sorpresa e si conferma pedina fondamentale per il club del presidente Biondi. Miglioramenti consistenti anche per Pino Tarsitano (1h48’57’’) ed il generoso Pino Cherubino (1h50’36’’). Esordio per Giovanni Mancina che entra in sordina nel gruppo con 2h02’53’’. Gettone di presenza per Pasquale Marra, Pietro Pizzuti e Francesco Rinaldi mentre Denis Bruno, Saverio Candelice e Domenico Principato deludono le aspettative della vigilia con prove incolore. Sulla 42 chilometri ci si attendeva un risultato di prestigio di Rossella De Rose, maratoneta emergente di livello nazionale che, però al dodicesimo si ritira per noie muscolari. Evidentemente la top runner della K42 ha da smaltire ancora le fatiche di Venezia. Sul versante maschile Massimo Mazzotta corre forte, ma arriva con i crampi al traguardo. Di assoluto rispetto il suo crono di 2h56’43’’. Sfida nella sfida in casa giallo nera con il duo Attanasio/Cerzosimo che si punzecchiano fino al trentesimo, quando Luca, forte di una struttura fisica più adatta alle lunghe distanze, stacca il compagno di squadra e giunge all’ombra della torre pendente in 3h02’43’’ stabilendo il suo nuovo record sulla distanza. A 45’’ di distacco conclude in affanno la sua prova Cerzosimo. Trasferta positiva anche per Raffaele Biondi che stabilisce il suo miglior tempo in 3h17’34’’. Sfortunata prova invece per il veterano Giovanni Curia (3h24’38’’) che pur dolorante per una caduta avvenuta a metà percorso, conclude stoicamente da par suo la maratona pisana. Esordio positivo per Giuseppe Venzaprone (3h29’36’’) e Corrado Conforti (3h49’02’’). Rosetta Strancone completa in 4h21’05’’ la sua sesta maratona.

Venerdì, 14 Dicembre 2012 00:09

TUTTI A BORDO: DESTINAZIONE PISA

Sabato mattina presto, all’ingresso dell’A3, i maratoneti cosentini della K42 si ritroveranno per affrontare in pullman la lunga trasferta Toscana, dove domenica 16 dicembre si corre la diciassettesima edizione della Pisa City Marathon. Questi gli atleti che parteciperanno alla gara. Maratona: Luca Attanasio, Raffaele Biondi, Fabrizio Cerzosimo, Massimo Mazzotta, Corrado Conforti, Giovanni Curia, Giuseppe Venzaprone, Rosetta Strancone e Rossella De Rose. Mezza maratona: Benedetto Andreoli, Paolo e Francesco Audia, Denis Bruno, Saverio Cantelice, Aldo Carbone, Antonio Carvelli, Giuseppe Cherubino, Giuseppe Cozza, Salvatore De Bernardo, Giovanni Rega, Salvatore Granato, Giovanni Mancina, Carmelo Pastura, Pietro Pizzuti, Pasquale Marra, Francesco Rinaldi, Domenico Principato, Giovanni Talerico, Giuseppe Tarsitano e Carmine Vizza.

Martedì, 27 Novembre 2012 07:38

AUDIA E IMBROGNO BRAVI ALLA FIRENZE MARATHON

Alla 29° edizione della Firenze Marathon, Paolo Audia si colloca finalmente nella fascia valoriale podistica che più gli si addice. Dopo il forzato forfait di New York causa l’uragano Sandy, l’ex pallavolista sangiovannese suggella nella città del giglio una stagione da incorniciare con l’eccellente crono 2h41’50’’, migliorando addirittura di nove minuti e cinquanta secondi il suo precedente record sulla distanza fatto registrare lo scorso anno a Vienna. La gara, dominata dagli etiopi, è partita dal lungarno e non più da piazzale Michelangelo come nelle passate edizioni, incanalando indenni gli 8.323 partecipanti verso “le cascine”, note ai maratoneti solitamente come zona out per le riserve energetiche. Primi chilometri sotto un cielo velato e 11 gradi di temperatura invogliano alla fuga lo svedese di colore Mohammed Mustafa che registra il massimo vantaggio di quaranta secondi al passaggio dei diacimila. La svolta avviene prima del 38° chilometro con i favoriti che si sgranano dal gruppo degli inseguitori e raggiungono Mustafa in chiara difficoltà. Vince per distacco l’etiope Negesse Shumi in 2h09’59 davanti ai connazionali Birhanu Berga (2h10’38’’) e Habtmu Wakeyo (2h10’55’’). Audia, giunto al traguardo con i primi cinquanta, aggiunge pregio alla sua prestazione posizionandosi secondo nella speciale classifica dei Vigili del Fuoco alle spalle del padovano Michele Bedin (2h33’18’’). Ottima prova anche per Francesco Imbrogno che all’esordio sulla distanza fa registrare un 3h08’09’’ degno di nota e funzionale al conseguimento del quinto posto in classifica raggiunto del Comando di Cosenza nella graduatoria finale a squadre dei Campionati Italiani VVFF. Nella gara femminile, vinta dall’etiope Shuru Dulume in 2h30’08’’, da segnalare la partecipazione di Alessandra Zini che chiude i 42 Km in 5h13’.

Martedì, 20 Novembre 2012 21:11

ALDO CARBONE VA FORTE A PONTECAGNANO

Aldo Carbone testa la sua condizione alla StraPontecagnano, gara di dieci chilometri disputatasi alle porte di Salerno su un circuito urbano lineare e scorrevole da percorrere due volte. Cinquecento i runners ai nastri di partenza, hanno dato vita ad una gara tecnicamente valida con diversi atleti africani a contendersi lo scettro del vincitore. Il podista cosentino, allenato da Maurizio Leone, si è aggiudicato l’undicesimo posto assoluto ed il primo di categoria ad un ritmo di 3’15’’ a chilometro. Buon viatico in vista della mezza di Pisa.

Lunedì, 19 Novembre 2012 16:20

A CONTROGUERRA ANDREOLI 1° DI CATEGORIA

Si è svolta domenica scorsa a Controguerra, in provincia di Teramo, la sedicesima edizione della Corsa di San Martino, gara internazionale di quindici chilometri, affrontata dagli atleti cosentini della zona tirrenica come test in proiezione della maratona di Pisa del prossimo 16 dicembre. La gara è stata vinta dal giovane africano Julius Rono in 44’34’’ battendo di 17’’ il primato della corsa stabilito appena un anno fa dall’etiope Kisorio Kimeli. Primo degli italiani il maratoneta azzurro Denis Curzi tesserato per la Compagnia Atleti Carabinieri Bologna autore di un’ottima prestazione giunto quarto al traguardo. Fra i 2600 runners intenti a contendersi le migliori posizioni su e giù per le colline della Val Vibrata, sette gli atleti in giallonero a rappresentare in terra d’Abruzzo la società podistica bruzia. È di Giovanni Curia, con 1h00’46’’, la migliore performance della giornata per gli uomini del DG Ciccio Misasi, seguito a ruota dal nuovo arrivato in casa K42 Giuseppe Venzaprone (1h01’04’’). Benedetto Andreoli si conferma leader di livello nazionale nella sua categoria salendo sul gradino più alto del podio con 1h01’’43’’.  Bene Carmelo Pastura e Raffaele Biondi che concludono la distanza rispettivamente in 1h02’48’’ e 1h04’59’’. Incoraggiante l’1h08’25’’ fatto registrare da Massimo Palermo al rientro dopo un lungo stop. Chiude il gruppo Angelo Marinello (1h12’02’’), interprete puro del podista/cultore incline ad unire l’intramontabile passione per la corsa con il desiderio di scoprire sempre nuovi luoghi. Da segnalare, come corollario alla manifestazione abruzzese, la simpatica “Mangialonga”, passeggiata aperta a tutti di 5 Km caratterizzata da cinque punti ristoro, ciascuno con specialità gastronomiche da degustare tipiche della zona.

Mercoledì, 14 Novembre 2012 08:45

FRANCESCO MISASI ELETTO CONSIGLIERE FIDAL

Sabato 10 novembre si è tenuta a Catanzaro la 56° Assemblea Ordinaria delle Società regionali affiliate alla Fidal per eleggere il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo del Comitato Calabro per il quadriennio 2012\2016. Alla presenza delle Autorità politiche e sportive locali, dopo un’ampia analisi e discussione sullo stato di salute dell’atletica calabrese, si è proceduto alla votazione dei candidati. Al vertice del Comitato Regionale è stato confermato il Presidente uscente Ignazio Vita. Tra i primi eletti come Consiglieri Federali è risultato il Direttore Generale dell’Asd Cosenza K42, Francesco Misasi. Il pluridecorato Ciccio Misasi (Quercia di 1° Grado della Federazione Italiana di Atletica Leggera nel 2008; Stella di Bronzo CONI al Merito Sportivo nel 2004 e Stella d’Argento nel 2010) fornirà la sua preziosa esperienza maturata in oltre trenta anni di sport, attraverso diversi incarichi dirigenziali ricoperti in Federazioni e Comitati Nazionali e Regionali, al servizio della FIDAL calabrese. Al DG Ciccio Misasi la società Cosenza K42 formula le più vive congratulazioni augurandogli buon lavoro.

Venerdì, 02 Novembre 2012 21:33

MARIO VERTA AD AMSTERDAM

 

Domenica 21 ottobre scorso, il medico/podista Mario Verta ha partecipato alla mezza maratona di Amsterdam impiegando 1h34'08'' per chiudere la distanza. La prova sui 21Km, inserita all’interno della maratona ed affrontata da 12.745 maratoneti, prevedeva un percorso scorrevole e pianeggiante con brevi tratti di falso piano. Il freddo (7 gradi alla partenza) ed un’insistente pioggia, hanno condizionato la performance di Mario che appena tre settimane prima aveva concluso bene la mezza dell’Area Urbana di Cosenza. Evidentemente il clima poco favorevole insieme ad una forma in fase calante, non hanno consentito all’atleta cosentino di poter esprime il suo reale valore. Di certo però Mario Verta un primato l’ha conquistato ugualmente, essendo stato l’unico atleta calabrese presente in Olanda e con indosso e nel cuore i colori gialloneri.

 

Mercoledì, 31 Ottobre 2012 17:59

ROSSELLA DE ROSE 10° ALLA VENICE MARATHON

Rossella De Rose si classifica decima assoluta tra le donne alla 27°Venice Marathon. Un’edizione da tregenda quella svoltasi domenica scorsa a Venezia con folate di bora controvento a 70 Km orari ed acqua alta a lambire i bordi dei pontili. Degli ottomila iscritti, se ne presentano in 6214 alla partenza e di questi solo 5931 raggiungono in condizioni estreme il traguardo. La podista della Cosenza K42 aveva pianificato ritmi di corsa tali da far prevedere la chiusura dei 42 chilometri e 195 metri sotto le tre ore, abbassando in tal modo il suo record personale sulla distanza. 3h09’48’’ invece il suo tempo finale che gli consegna comunque un ottimo secondo posto di categoria ed il prestigio di giungere a ridosso delle più forti maratonete al mondo. La gara ha presentato fin da subito un testa a testa tra l’etiope Emebt Etea Bedada e la connazionale Fantu Eticha Jimma. Al 30° Km in zona San Giuliano, Emebt Etea cambiava passo giungendo da sola all’arrivo in 2h38’11’’. Raggiunta al telefono Rossella De Rose ha dichiarato: “Una gara surreale. Era difficile persino spostarsi in avanti, sul ponte della Libertà avanzavo a stento”.

Lunedì, 15 Ottobre 2012 16:56

LEONE E PRANNO SU DI GIRI ALLA LEGNOCHIMICA

Il prossimo 16 dicembre il podismo cosentino sarà di scena alla 14° edizione della PisaMarathon. Per l’occasione la società bruzia è già attiva nel curare ogni dettaglio logistico e tecnico in procinto di schierare le canotte giallonere sotto la torre pendente di Piazza dei Miracoli. All’evento sarà abbinata anche una 21Km con identica partenza e che richiamerà oltre tremila partecipanti provenienti da tutta Italia. Sarà un tracciato prevalentemente piatto e nervoso nel primo tratto con passaggi sui Lungarni, Porta a Mare e San Pietro a Grado. E proprio in procinto di chiudere bene in terra toscana la stagione agonistica 2012, sabato mattina i due big dell’atletica calabrese hanno testato la loro condizione lungo le strade che circondano la zona industriale di Rende. Dodici chilometri di fartlek per Andrea che ha chiuso in scioltezza il lavoro alla media di 3’09’’ mentre il Capitano, suo Coach, si sorbiva una buona razione di Medio al ritmo di 3’20’’ a chilometro. Domenica sul fronte Campo Scuola poco incoraggianti le sensazioni avvertite da Massimo Mazzotta che lamenta fastidi in fase d’appoggio. Cerzosimo con pazienza e parsimonia prova a “costruire” la sua base aerobica, mentre il duo Imbrogno/Attanasio macina con disinvoltura i trenta chilometri previsti dalla tabella di marcia. Dalla costa Andreoli, Curia e Pastura procedono in linea con i carichi previsti. Sulla Sila invece giusto il tempo di drenare le tossine di Modena per Audia, Martino e Cantelice per poi aggregarsi agli altri e proseguire i lavori in proiezione Pisa.

 

Si è disputata domenica 30 settembre la sesta edizione della “Maratonina dell’Area Urbana – Memorial Gaetano Aiello”, gara valida come Campionato Regionale individuale sulla distanza dei 21 chilometri. Diciamo subito che la gara è stata dominata da Antonio Bruno, della “Libertas Lamezia”, mentre in campo femminile ha trionfato Rossella De Rose, della “Cosenza K42”. Ai nastri di partenza, nel piazzale antistante alla chiesa S. Carlo Borromeo di Rende, si sono presentanti 155 atleti in rappresentanza di quasi tutte le società calabresi. Antonio Bruno che era il favorito della vigilia, è scattato subito in testa al gruppo impostando la gara ad un ritmo inferiore a 3’:30” al chilometro (poco meno di 20 km. all’ora). Questo “passo-gara” ha prodotto una selezione naturale fra tutti gli atleti tanto che Balduino Scarfone e Agostino Esposito, i due alfieri della “Cosenza K42”, dopo un timido tentativo di resistenza hanno preferito impostare la gara su un ritmo leggermente più alto (3’:40” al km) per evitare di scontare lo sforzo iniziale lungo i difficilissimi sette chilometri finali previsti in leggera ma continua ascesa. E’ stata questa la costante che ha caratterizzato l’impostazione della gara di tutti gli atleti che, valutando le difficoltà del percorso e le proibitive condizioni atmosferiche (si è gareggiato con una temperatura di 30°), hanno privilegiato la scelta di ottimizzare la gestione delle prestazioni personali piuttosto che cercare inutili avventure che avrebbero potuto pregiudicare l’esito finale. E’ stata una scelta oculata che ha prodotto risultati positivi tanto che sono stati numerosi gli atleti che al traguardo hanno avuto un riscontro cronometrico importante “aiutati” dal fatto che, probabilmente, il percorso misurava poche centinaia di metri in meno dei canonici 21 km e 97 metri. Con queste strategie di corsa, l’epilogo della gara si è delineato già al primo passaggio sotto il traguardo di piazza Matteotti. A. Bruno è passato con un vantaggio di quasi 2 minuti sulla coppia Scarfone, Esposito, a seguire l’altra coppia composta da G. Curcio (“Hobby Marathon” CZ) e Pino Sestito (“Violetta Club” di Lamezia). Per scompaginare queste gerarchie c’è voluto un momentaneo malessere fisico che, al 14° km., ha costretto A. Esposito a fermarsi. Quando l’atleta di Fuscaldo ha ripreso la gara, ancorchè in condizioni menomate, ha rimontato alcune posizioni senza però riuscire a superare la coppia Curcio-Sestito che, nell’ordine, ha occupato il terzo e quarto posto accusando però un netto ritardo dal vincitore e da Balduino Scarfone, ottimo secondo, che ha vinto il titolo regionale, categoria “amatori”, in 1h,16’,08”. Fra le donne, Rossella De Rose, della “Cosenza K42”, è stata protagonista di una splendida prova (tempo di 1h,25’,38”) che le ha permesso di laurearsi Campionessa Regionale. Al secondo posto l’altra cosentina Patrizia Donato che, impegnata nella preparazione della maratona di Venezia, ha avuto da questo prestigioso risultato un positivo riscontro sulle condizioni di forma raggiunte. Più in generale, c’è da rilevare come le performances di quasi tutti gli atleti siano state più che soddisfacenti. Da A. Carvelli a P. Vecchio, da S. Cantelice a S. Granata passando per Edmondo Provenzano che, dopo qualche anno di pausa, ha gareggiato alla media di 3,50 al km.,  tutti hanno dimostrato l’ulteriore crescita del movimento podistico locale. Per chiudere, ritorniamo su un aspetto particolare della gara già evidenziato nella presentazione di ieri. Parliamo della sfida fra atleti che si allenano sempre insieme ma che sono animati da una sana rivalità. Anche sotto questo aspetto le nostre previsioni della vigilia si sono dimostrate azzeccate. Luca Attanasio, seppur con due sole settimane di allenamento, ha fatto il vuoto alle sue spalle. La competizione fra i fratelli Giordano non ha più motivo di esistere perché Piero è troppo più forte. In una ipotetica corsa-scommesse, la sua vittoria non sarebbe più quotata e a Michele non resta che chiedere un intervento familiare per avere un po’di indulgenza. L’assessore Carmine Vizza, comunque ritornato su ottimi livelli di forma, da buon politico ha evitato la prova di forza con Piero Giordano raggiungendo un faticoso accordo di “operosa collaborazione” che, almeno ieri, è durato fino al traguardo.

Roberto Stecca