Thomas Lokomwa con Aldo Carbone a Camigliatello

LA COSENZA K42 PIANGE THOMAS LOKOMWA

La notizia della tragica scomparsa di Thomas Lokomwa, avvenuta ieri in Kenya a causa di un incidente stradale e giunta in tarda mattinata negli ambienti dell’atletica cittadina, ha raggelato la schiena a quanti lo hanno conosciuto durante il periodo trascorso in Sila per svolgere la preparazione estiva in altura. Lokomwa aveva 29 anni ed era giunto solo da pochi anni in Italia, poiché legatissimo al suo paese e alquanto restio a trasferirsi in Europa per tentare di sfondare nel mondo dell’atletica internazionale. Da metà anno si era affidato a Maurizio Leone come tecnico con l’obiettivo di centrare la convocazione in nazionale per correre la maratona alle prossime Olimpiadi di Tokyo. Certamente ne possedeva tutte le credenziali e nel frattempo nelle notti agostane a Camigliatello, insieme ai suoi compagni di allenamento, assaporava con gli occhi incollati alla tv le gesta di coloro che in Brasile lo avevano solo preceduto di quattro anni. Ma all'improvviso un crash inesorabile nella terra dei safari, ha stravolto i programmi sportivi e di vita di un ragazzo timido e leggiadro che sognava le Olimpiadi.

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.