Francesco Panetta e Stefano Baldini al decennale della Cosenza K42

PANETTA E BALDINI SUGGELLANO I PRIMI 10 ANNI DI K42

Il traguardo dei dieci anni della K42, tagliato venerdì scorso nel centro storico di Cosenza in una Sala Nova strapiena di pubblico, presso il Palazzo della Provincia, si è costellato di stelle. L’oro mondiale sui 3000 siepi a Roma ’87 Francesco Panetta, l’oro olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini, l’argento in maratona agli europei di Budapest ’98 Danilo Goffi, il campione d’Italia di maratona 2008 Denis Curzi, l’olimpionico a Pechino 2008 Ottavio Andriani e l’argento in maratona ai giochi del mediterraneo 2009 Giovanni Ruggiero, hanno suggellato l’evento celebrativo della società giallonera come meglio non si poteva. Il giornalista Rai Mario Tursi Prato, moderatore della serata, dopo aver ricordato a larghe linee le tappe basilari del percorso svolto dal 2007 ad oggi dalla Cosenza K42, ha cadenzato gli interventi previsti in scaletta armonizzandoli abilmente in un clima conviviale. Nel corso dei saluti agli ospiti ed ai presenti in sala, redatti dal Presidente Pino Vecchio e letti dalla figlia Mariagrazia, sono stati ricordati i tesserati che si sono prodigati nel corso degli anni per la crescita del team e che non sono più tra noi. L’Assessore allo Sport del Comune di Cosenza, Carmine Vizza, dopo aver ricordato con orgoglio il suo trascorso podistico tra le fila della K42, ha preannunciando interventi strutturali sull’impianto di atletica leggera cittadina. Il Presidente del Comitato Fidal Calabria, Ignazio Vita, ha espresso piena soddisfazione per l’attività svolta dall’Asd Cosenza K42, riuscendo in poco tempo ad assurgere a società modello in ambito regionale e non solo. Maurizio Leone, Direttore Tecnico di K42, nel confermare il work in progress per i settori assoluto e giovanile, ha ribadito come fiore all’occhiello del club la corposa squadra master. Luca Grandinetti, una delle massime figure prodotte dal movimento dall’atletica cosentina, nonché allenatore specialista di IV livello europeo e già direttore della scuola d’atletica ‘Paolo Rosi’ della Fidal Lazio, ha riconosciuto l’ottimo lavoro svolto in un contesto non sempre propenso ad accogliere progetti sportivi. Riconoscimenti sono stati conferiti dalla società a Giuseppe Giudiceandrea, quale primo atleta tesserato dalla Cosenza K42, a Gemma Pucci, in qualità di genitore fidelizzato al settore giovanile e ad Ayoub Idam, campione italiano allievi 2017. La parte riservata ai testimonial d’eccezione è stata condotta in tandem da Tursi Prato e Leone, rivelando simpatici aneddoti e retroscena di vent’anni di atletica di alto profilo. A chiudere la manifestazione, l’attesissima presentazione del libro di Francesco Panetta io corro da solo, introdotta da Carmelo Sanzi, conoscitore delle prime fasi agonistiche dell’autore. L’evento è stato anticipato in mattinata dall’incontro tra i top runners e gli studenti dell’istituto scolastico comprensivo di Castrolibero.        

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.