Francesco Turano e Alberto Caratozzolo in gara tra Scilla e Bagnara Calabra

DA BAGNARA IL VIA AL CAMPIONATO MASTER SU STRADA 2018

Con la frazione in linea Scilla/Bagnara di 10,4 Km, si è ufficialmente aperto domenica 8 aprile il Campionato Regionale di Corsa su Strada 2018, ospitato all’interno della 2ª edizione dell’evento podistico Costa Viola Run, gara competitiva per tutte le categorie Fidal. La kermesse a tappe dedicata ai master, che quest’anno si articolerà su 12 prove, si concluderà il 21 ottobre a Jonadi (VV), quando saranno assegnati gli scettri di miglior club maschile e femminile di specialità. Oltre 300 gli atleti al via sullo splendido scorcio antistante l’estrema punta della Sicilia, subito impegnati a divincolarsi tra le strettoie di Chianalea per evitare di attardarsi tra i viottoli del borgo storico di Scilla. Raggiunta in gruppo compatto la statale, nel giro di poche centinaia di metri si delineano nettamente le forze in campo. Al comando si schiera un sestetto formato dal siciliano Alessandro Brancato, tesserato per il G.P. Parco Alpi Apuane di Lucca, Antonio Amodeo e Marco Barbuscio dell’Asd Corricastrovillari, Antonio Bruno della Libertas Lamezia, Danilo Ruggero della Milonrunners Crotone ed il giallonero bagnarese doc Alberto Caratozzolo. Più indietro l’SM40 Salvatore Arena della Corricastrovillari ed il senior Antonio Maggisano della Libertas Lamezia. La Cosenza K42, detentrice del titolo maschile, ha schierato tra i runners over 35, tutti coloro in grado di tener testa ai migliori team calabresi. Circoscritta la contesa per l’oro a una mera questione ‘assoluta’, con la vittoria di Brancato in 33’18’’ su Marco Barbuscio e Danilo Ruggiero e con ai piedi del podio l’ottimo 4° posto di Alberto Caratozzolo, che sbriga allo sprint sul rettilineo finale la pratica Amodeo, da segnalare la performance del ‘ragazzino’ SM50 Francesco Turano che oltre a conquistare la corona di categoria alla media di 3’30’’ a km, si piazza anche al 6° posto in graduatoria finale, davanti a Bruno della Libertas Lamezia. A determinare il punteggio da attribuire ad ognuna delle società iscritte in gara, le posizioni conseguite dai singoli atleti nelle diverse categorie d’appartenenza. Per il team del presidente Vecchio, tra gli SM35 il contributo arriva dal 2° posto di Giuseppe Focà, dall’11° di Daniele Percacciuolo e dall’23° di Giovanni Ponti. Il 25° posto di Davide Fabbricatore è utile a guastare i piani agli avversari. Tra gli SM40 Domenico Focà è 3°, Stefano Bruno 9°, Massimo Palermo 12° e Diego Bruno 20°. Più attardati Emanuele Franzese, Alessandro Vitale e Denis Bruno. L’unico atleta schierato tra gli SM45, Massimiliano Caputo, sale con merito sul terzo gradino del podio. Nella SM50, oltre alla leadership di Turano, importantissimo il secondo posto di Luigi Imbrogno (13° in classifica generale). Tra i pari età Max Artuso chiude 12°. Nella SM55 a punti Giovanni Curia e Biagio Lamanna. Giuseppe Tarsitano è 25°. Tra gli SM60 il leader è Salvatore De Cesare (6°). Bene anche Franco Rinaldi e Pasquale Marra. Vincenzo Burreci si impone tra gli SM70, mentre Luigi Covelli si piazza al 4° posto. In gara femminile si migliora Chiara Raffaele, 3ª in classifica generale con il tempo di 43’19’’, un minuto in meno rispetto al crono realizzato durante la scorsa edizione. Vince la gara Ginevra Benedetti dell’Atletica Sciuto di Reggio Calabria, anticipando di gran lunga Francesca Paone dell’Hobby Marathon Catanzaro. Il settore master femminile K42 è stato rappresentato da Emanuela Fiorino (5ª SF40), Stefania De Napoli (6ª SF45), Maria Gabriella Bartoletti (1ª SF55) e Rosetta Strancone (1ª SF65). La prima tappa del CdS Master di Corsa su Strada 2018 decreta in testa alla classifica provvisoria la Libertas Lamezia con 29 punti, seguita dalla Cosenza K42 con 23 punti e dall’Hobby Marathon Catanzaro con 19 punti.

Imbrogno e Chiara Raffaele

Luigi Imbrogno e Chiara Raffaele in due diverse fasi della gara

Giuseppe Focà

Giuseppe Focà secondo in categoria SM35

Gruppo femminile K42

Chiara Raffaele, Emanuela Fiorino, Maria Gabriella Bartoletti e Stefania De Napoli nel dopo gara

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.