Cava, Carbone, Caputo e Marra alla Corsa del Mito

COSENZA K42 ALLA CORSA DEL MITO

Il presunto maltempo atteso minaccioso questo weekend sul nord della Calabria, cambia i piani della Cosenza K42 dirottando parte delle canotte giallonere sul Parco Nazionale del Cilento. La 10ª edizione della Corsa del Mito, collinare di scogliera ultra impegnativo da Palinuro a Marina di Camerota di 15 km, riconsegna al team bruzio un Aldo Carbone vecchia maniera tutto grinta e forza mentale, caratteristiche che consentono all’ex pipelet del Cosenza Calcio di conquistare il 15° posto in classifica generale su 819 atleti giunti al traguardo. Risultato conseguito alla ragguardevole media di 3’35’’ a km, con tempo finale di 53’43’’. Massimiliano Caputo, alias keniano bianco, pseudonimo coniato cinque anni fa proprio sulle strade del Cilento per la sua sfrontatezza a percorrere oltre un chilometro di gara davanti ai keniani, perde smalto sui tornanti conclusivi chiudendo al 90° posto in 1h02’17’’. Sui dislivelli che distanziano i due paesi costieri del basso salernitano, Francesco Cava si piazza a metà gruppo con il crono di 1h14’44’’. Pasquale Marra termina in 1h28’21’’. All’ultima maratona di Londra Antonio Gianni sfiora il suo pb, completando i 42 chilometri e 195 metri in 3h30’23’’.

Atoio Giai
Antonio Gianni a Londra  

  

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.