Redazione

Redazione

Martedì, 04 Dicembre 2018 15:11

LUCA URSANO SI IMPONE A VIBO VALENTIA

La prima edizione della “Vibo Corre per la Memoria e la Legalità”, gara su strada di 6 km disputatasi domenica mattina nel centro urbano di Vibo Valentia, organizzata dall’Asd Atletica San Costantino Calabro in occasione dell’intitolazione al Capo Scorta Antonio Montinaro di una ala della scuola allievi agenti della Polizia di Stato di Vibo, ha legittimato lo junior giallonero Luca Ursano come atleta di assoluto valore nel panorama del mezzofondo calabrese. Dopo una gara condotta in testa sin dai primi metri, Ursano trascorsi venti minuti e trenta secondi, ha tagliato per primo il traguardo posto all’interno della Caserma Andrea Campagna, con 15 secondi di vantaggio sul compagno di squadra Edo Sanchez, che a sua volta ha anticipato il senior della Dojo Judo Running, Luigi Altomare. Buon rientro dopo il lungo infortunio del campione italiano master 50 in carica dei 10000 metri in pista Francesco Turano, classificatosi al 5° posto. Settimo posto per il VF tricolore Luigi Imbrogno. Al 14° posto si è piazzato Piero Conforti, mentre Damiano Spina e Silvio Cappa si sono classificati in graduatoria rispettivamente 16esimo e 17esimo. Massimino Cozza ha concluso al 26° posto. In gara femminile si destreggia più che bene sui saliscendi cittadini Chiara Raffaele, 2ª dietro a Francesca Paone dell’Hobby Marathon Catanzaro. Terzo posto per Pasqualina Usai del Run For Catanzaro.

Luca Ursano a Vibo
Luca Ursano varca per primo il cancello della Caserma della Polizia di Stato

SsANCHEZ e TURANO
Edo Sanchez e Francesco Turano in gara

IMG 20181202 120240 1
C
hiara Raffaele sul 2° gradino del podio femminile         

Mercoledì, 28 Novembre 2018 16:19

BOYS GIALLONERI IN BELLA MOSTRA A LECCE

Giovani runners alla ribalta domenica scorsa lungo le strade della Puglia. Continua il percorso di crescita delle nuove leve del mezzofondo giallonero plasmate dal club bruzio sull’impianto di atletica di via degli stadi, capaci di affermarsi in competizioni importanti anche fuori dai confini regionali. Durante l'ultimo weekend, coach Leone ha schierato alla 5ª edizione della 10 Km dei Boschi di Calimera, a sud di Lecce, un classe 1997, un 2000 e un 2001. Sotto una fitta pioggia i boys della Cosenza K42 si sono disimpegnati egregiamente su un circuito a giro unico, non semplice se pur piatto, sul quale è letteralmente trasvolato il nigeriano della Casone Noceto di Parma Njie Nfamara, impostosi solitario in 30'27'', stabilendo il nuovo record della manifestazione. Al secondo posto il gioiellino di K42 Ayoub Idam, bravo a reggere senza collaborazioni il ritmo dei 3'10'' a chilometro, concludendo la gara in 31'41'', realizzando la seconda migliore prestazione juniores italiana dell'anno e nuovo personal best. Con un minuto di distacco dal talento magrebino-crotonese, completa il podio Assoluto il 33enne Cosimo Albanese dell'Atletica Crispiano. Ottimo il 7° posto conseguito da Alberto Giungato in 34’13’’. Nuovo PB per Giacomo Marotta, classificatosi al 14° posto e 1° tra gli Allievi in 35’43’’, decima prestazione italiana dell’anno di categoria. Un po’ più a nord sabato scorso, a Cardana di Besozzo (VA), Alberto Caratozzolo si testa pure lui sullo sterrato durante la 16ª edizione del Winter Challenge Cross dei Due Pini, terminando i 5 km previsti al 4° posto con il crono di 17’10’’.

Giacomo Marotta 1Giacomo Marotta al traguardo di Calimera

Alberto Caratozzolo
Alberto Caratozzolo in gara a Varese 

Riscontri positivi per gli atleti della Cosenza K42 impegnati nell’ultima domenica di novembre ad Osimo (Ancona), in occasione della 6ª edizione del Cross Valmusone. L’evento marchigiano, valido come ultima prova indicativa per i papabili azzurri verso gli europei di specialità che si disputeranno il prossimo 9 dicembre a Tilburg in Olanda, ha rappresentato un banco di prova importante per i portacolori del club giallonero, alla ricerca della migliore forma in vista della nuova stagione campestre. Il Terzetto categoria Assoluti inviato nelle Marche da coach Leone e guidato dal playmaker della Cosenza K42 Andrea Pranno, completato da Edoardo Misurelli e Giovanni Monaco, si è ben comportato sullo sterrato adiacente l’impianto d’atletica della Vescovara. Pranno assente dai prati dall’ottima prestazione fornita lo scorso gennaio al cross della Vallagarina in Trentino, ritrova il piglio giusto proprio ad Osimo dopo una serie di alti e bassi scaturiti dalla sua nuova condizione di atleta-lavoratore. Con un eccellente diciottesimo posto in 31’53”, Andrea Pranno si piazza poco dietro ai quotati Daniele D’Onofrio (Fiamme Oro) e Manuel Cominotto (C.S. Esercito). Su un percorso di 10km già di per se molto tecnico, reso ancora più difficile dalla pioggia caduta nei giorni precedenti la gara, che ha esaltato le doti del campione europeo 2014 di maratona Daniele Meucci (C.S. Esercito), vincitore in 29’44”, davanti ad un sorprendente Andrea Sanguinetti (Fiamme Oro), secondo in 29’51” e a Nekagenet Crippa (Trieste Atletica), terzo in 30’08”, meritano una menzione speciale la performance grintosa di Edoardo Misurelli, 26esimo in 33’34” (undicesimo under 23), e l’ottima prova di Giovanni Monaco, 34° al traguardo. Finale inaspettato quanto piacevole per il team bruzio, premiato dagli organizzatori con un riconoscimento per il buon lavoro svolto nella lontana Calabria, segnali importanti in vista di una stagione di cross che si prospetta entusiasmante.  

Sabato, 24 Novembre 2018 09:34

JOINT VENTURE TRA BIOLOGI E K42

Si è svolto la settimana scorsa, presso la sede di via degli stadi, un’interessante incontro tra l’Associazione Scientifica Biologi Senza Frontiere e i responsabili dell’Area Tecnica dell’Asd Cosenza K42. Un primo passo per programmare, attraverso un’appropriata alimentazione, un piano di allenamento personalizzato rivolto alle giovani leve giallonere con lo scopo di monitorarne le condizioni di forma e prevenirne gli infortuni. Il primo step di studio coinvolgerà le categorie Esordienti A, Ragazzi e Cadetti.             

Lunedì, 19 Novembre 2018 21:09

COSENZA K42 SUPERBA A VERONA

Prova maiuscola dei runners gialloneri domenica scorsa in Veneto, in occasione della 17ª edizione della Volkswagen Verona Marathon. Prestigiosa la performance atletica ottenuta sulle strade della città scaligera da Aldo Carbone, classificatosi al 12° posto in graduatoria assoluta su 2052 atleti giunti al traguardo. Dopo il via dato dallo starter alle 9 in punto da piazza Brà con 4 gradi di temperatura, l'ex pipelet del Cosenza Calcio ha impostato il suo ritmo gara intorno ai 3'45'' a chilometro, passando in 18'42'' ai 5000 metri e in 1h19'35'' alla mezza. Superato egregiamente il tanto temuto (da tutti i maratoneti) 'muro' del 32esimo km, Carbone dopo mesi di duri allenamenti ha finalmente centrato l'agognato obiettivo concludendo le sue fatiche davanti all'Arena di Verona con il tempo di 2h40'02''. All'interno dell'evento anche una 10 km competitiva alla quale hanno partecipato altri due atleti bruzi. Eccellente la prova dello junior Luca Ursano, capace di completare il percorso di gara senza eccessive difficoltà alla media di 3'20'' a km con l’interessante crono finale di 33'47'', classificandosi al 4° posto nella graduatoria assoluta. Con questo piazzamento, il 19enne Ursano si aggiudica anche il primo posto nella speciale classifica per arbitri di calcio (oltre a correre per il club di via degli stadi il giovane fischietto si diletta a dirigere incontri del campionato calabrese di Promozione). Più che soddisfacente il tempo fatto registrare a conclusione dei 10 km, dal master Massimino Cozza. L'over 35 di Belsito ha fermato il cronometro su 40'23'', migliorando ufficiosamente (percorso non omologato) il proprio personal best rispetto a quanto realizzato lo scorso anno a Dalmine (BG). A Caserta durante la mezza maratona Reggia-Reggia, Antonio Gianni si è classificato al 6° posto tra gli SM60 con il tempo di 1h35'19'', suo nuovo PB.

tris
Carbone, seguito in bici da Coach Leone, Cozza e Ursano a Verona  

 

Domenica, 11 Novembre 2018 23:44

RADUNO TECNICO PER LE GIOVANI LEVE GIALLONERE

Viva soddisfazione in casa K42 per la convocazione di massa dei propri giovani atleti operata dal Comitato Regionale Fidal, in occasione del raduno tecnico giornaliero svoltosi sabato 10 novembre presso l’impianto di rione modena a Reggio Calabria. Un segnale forte e chiaro sulla bontà del vivaio avviato cinque anni fa dalla società di atletica bruzia, diventato ora fiore all’occhiello del club. L’apprezzamento dei vertici della federazione regionale sul lavoro metodico svolto dallo staff diretto dall’ex azzurro Maurizio Leone, si è concretizzato con ben dieci atleti convocati per lo stage indetto dal Fiduciario Tecnico calabrese in ottica ‘rappresentative 2019’. Tra i selezionati l’Allieva Asia Dell’Accio e la Cadetta Francesca Colonna. Per il settore maschile hanno risposto presente il velocista Gianmarco Molinari (Cadetto), gli Allievi Giacomo Marotta e Angelo Servino, gli Junior Ayoub Idam, Pasquale Praticò e Luca Ursano, per la categoria Promesse Edoardo Misurelli e Alberto Giungato. Dopo la divisione per specialità su pista e pedane dei gruppi di lavoro, nella sezione mezzofondo in evidenza Ayoub Idam, bravo a chiudere davanti a tutti gli 8 km di fartlek alla media di 3’12’’. A seguire i compagni di squadra Misurelli, Ursano e Giungato. Bene anche il giovanissimo Giacomo Marotta.

Rientrati alla base, domenica mattina attenzioni rivolte invece alle categorie Assoluti e Master con un lavoro di volume suddiviso per ‘cilindrata’, svolto lungo lo storico percorso della legnochimica nell'area industriale di Rende.

legnochimicaIl gruppo Assoluto e Master alla legnochimica        

Venerdì, 09 Novembre 2018 17:00

COZZA E DE BERNARDO A TORINO E NEW YORK

Continua il boom a livello mondiale di maratone e mezze maratone. Un movimento in costante crescita sia nei numeri che a livello di risultati cronometrici, nel quale i runners cosentini non disdegnano di cimentarsi nella più classica delle gare di fondo. Domenica 4 novembre doppia adrenalina per i maratoneti gialloneri Salvatore De Bernardo e Silvio Cozza, impegnati a distanza di fuso orario a Torino e New York. Alla sua 6ª quarantadue chilometri 195 metri, Salvatore De Bernardo stabilisce all’ombra della Mole Antonelliana, il nuovo personal best sulla distanza, fissando il crono su 3h13’43’’ (3h13’27’’ in real time), migliorandosi di un minuto esatto rispetto all’ultimo PB ottenuto lo scorso anno a Verona. Passato in 45’54’’ ai 10 km, mantiene regolare la media di 4’35’’ fino all’arrivo, classificandosi 171° su 1292 e 18° tra i Senior Master 50. Sulle strade di New York Silvio Cozza si immola per sostenere anche oltre oceano la causa della Fattoria Sociale Luce di Montalto Uffugo (CS), centro di aggregazione per bambini non vedenti e disagiati. Cozza, non nuovo a questi tipi di iniziative che coniugano la passione per la corsa con la mission di sensibilizzare l’opinione pubblica verso i temi delle disabilità, ha portato a termine l'impresa concludendo a Central Park le sue fatiche in 5h27’17’’.

Silvio a New York 2018Silvio Cozza a New York 

Lunedì, 29 Ottobre 2018 23:50

HALF MARATHON AD AREZZO, BARI E CATANIA

Nel mondo dei runners autunno fa rima con fondo. Terminati gli impegni societari, gli allenamenti di fine stagione dei podisti bruzi sono in gran parte finalizzati a centrare gli obiettivi individuali, programmati già da inizio anno. Domenica scorsa banco di prova sulla tenuta endurance di Luigi Imbrogno, Stefania De Napoli, Maria Gabriella Bartoletti, Domenico Focà e Alberto Caratozzolo, sono state le città di Arezzo, Bari e Catania. Alla 20ª Maratonina Internazionale Città di Arezzo, gara valida per l’assegnazione del titolo italiano di specialità categoria vigili del fuoco, il mezzofondista di San Pietro in Guarano Luigi Imbrogno si è aggiudicato, dopo l'oro sui 5000 metri conquistato a Prato, un ottimo bronzo con il tempo di 1h19’43’’, crono che gli ha consentito di salire anche sul gradino più alto del podio tra i pari età sia Fidal che VVFF. La 6ª edizione della Bari San Nicola Half Marathon registra il nuovo PB di Stefania De Napoli, giunta al traguardo in 1h48’58’’. Maria Gabriella Bartoletti cala nella parte finale e conclude con il tempo di 1h54’11’’. A Riposto, in provincia di Catania, la 7ª Maratonina Blu Jonio attesta la buona forma del reggino Domenico Focà, al traguardo in 1h23’24’’, scortato da Alberto Caratozzolo (1h23’23’’).

1540724978780.jpg
La partenza ad Arezzo di Luigi Imbrogno con il pettorale n 300

p4787827 3144762605 5
Stefania De Napoli e Maria Gabriella Bartoletti in gara a Bari

Ancora un’altra netta affermazione su strada dello junior giallonero Ayoub Idam. Domenica 21 ottobre all’undicesima edizione della Stralatiano, su giro unico di 9,6 km disegnato tra le vie del centro abitato di Latiano (BR), il due volte vice campione italiano di categoria sui 5000 metri in pista e 10 km su strada, ha dominato la competizione podistica pugliese, imprimendo fin dall’inizio un ritmo insostenibile al resto degli sfidanti. Il mezzofondista scoperto e allenato a Crotone dal tecnico Scipione Pacenza, è giunto al traguardo senza patemi, concludendo la prova in 30’24’’. Distaccato di oltre due minuti dal vincitore, Andrea Petrara dell’Apuliathletica per una manciata di millesimi conquista l'argento allo sprint su Andrea Palumbo dell'Amatori Cisternino, entrambi all’arrivo in 32’35’’. Stessa domenica alla StraSalerno Half Marathon, vinta in 1h09’55’’ da Antonello Landi dell’Atletica Potenza Picena, l'SM45 Gerardo Greco con 1h31’08’’ realizza la sua migliore performance sulla distanza, mentre Massimiliano Artuso, dopo il recente exploit ai tricolori master di Trento, con 1h34’39’’ perfeziona ulteriormente il suo PB. Carlo Maselli conclude sul lungomare campano in 1h34’53’’. Biagio Lamanna (1h38’40’’) e Salvatore De Cesare (1h40’36’’), non si discostano molto dal loro miglior crono sui 21 km. Tra le donne Sabrina Gioberti resta in linea con l’obiettivo prefissato fino al 12° km, quando un acciacco in corso d’opera la induce alla cautela, terminando in 1h40’17’’. Out al 10° km Gelsomino Cardellicchio. Alla 43ᵃ edizione dell’Amsterdam Marathon, gara caratterizzata dal ritiro di Kenenisa Bekele che dà via libera al trionfo del keniano Lawrence Cherono in 2h05'09’’, da segnalare l’ottima prestazione di Luca Attanasio, bravo a compiere la distanza dei 42,195km in real time entro 3h09’45’’, appena un minuto sopra il crono realizzato a Torino nel 2013. Il display del cronometro posto nello storico stadio olimpico segna il the end per Attanasio in 3h12’20’’, che certifica il tempo ufficiale dallo sparo dello starter.

IMG 20181021 WA0063Gli atleti Master K42 a Salerno

IMG 20181021 WA0099Sabrina Gioberti al traguardo della Strasalerno

IMG 20181021 WA0113Luca Attanasio dopo la maratona di Amsterdam 

Mercoledì, 17 Ottobre 2018 01:19

PODIO PRESTIGIOSO PER IDAM E MISURELLI A MANGONE

Il reggimento podistico K42 schierato domenica 14 ottobre a Mangone (CS), in occasione della 2ª edizione della Madonna dell’Arco, gara su strada di 8,7 km valida come ultima prova del campionato individuale master di corsa su strada, ha lanciato un segnale chiaro sugli attuali rapporti di forza in essere nel movimento runners regionale. Cinque atleti nelle prime dieci posizioni, di cui un 17enne, un 18enne e due 21enni, con uno zoccolo duro Over 35 di valore a supporto, rappresentano uno spaccato verosimile del patrimonio tecnico in dote al team giallonero di via degli stadi. Un mix di talento in erba e qualità consolidata che pone la Cosenza K42 tra i club con il più alto coefficiente di futuribilità in senso lato, nonostante la recente flessione master registrata in ambito CdS. Un forziere di valore che comincia ad arricchirsi della linfa proveniente dal settore giovanile, branca basilare della società, strutturata soprattutto per affrontare saggiamente le sfide di domani. La contesa sulle colline del Savuto conferma ancora una volta Ayoub Idam atleta dal profilo altolocato, capace di tagliare il traguardo in solitaria 40 secondi prima del tre volte campione del mondo di ultramaratona Giorgio Calcaterra. 28’45’’ il tempo impiegato dall'italo-magrebino per completare il percorso Mangone/Pianolago e ritorno. 29’25’’ il crono realizzato dell’imperatore del Passatore. Una tattica di gara ponderata consente ad Edoardo Misurelli di occupare il 3° gradino di un podio prestigioso. Umberto Marino della Corricastrovillari conquista il 4° posto in 30’25’’, soffiandolo nel finale allo spregiudicato Alberto Giungato (5° in 30’37’’). Pregevole il 9° posto dell’Allievo Giacomo Marotta (30’59’’). Tra i master bruzi, tutti degni di nota, da segnalare il podio SM50 composto da Luigi Imbrogno, fresco di tricolore Vigili del Fuoco sui 5000m a Prato, 1° di categoria e vincitore della maglia di campione regionale in 32’37’’, davanti a Giuseppe Calabrese (34’18’’) e Antonio Posa (36’18’’). Prima donna giallonera al traguardo Stefania De Napoli, (2ª SF45 in 42’46’’). Maria Gabriella Bartoletti (44’02’’) si conferma leader di categoria, mentre Sabrina Gioberti realizza un buon test in vista della prossima Strasalerno, terminando in 45’12’’. Podio assoluto femminile tutto pugliese. Oro per Mariangela Ceglia (Atletica Locorotondo) in 34’45’’. Argento per Damiana Monfreda (Atletica Acquaviva) in 35’56’’. Bronzo per Delia Mastrorosa (Atletica Monopoli) in 36’39’’. Alla mezza maratona di Lisbona, Damiano Spina chiude in 1h21’09’’.

Edoardo Misurelli a Mangone
Edoardo Misurelli taglia il traguardo a Mangone