Redazione

Redazione

Con la frazione in linea Scilla/Bagnara di 10,4 Km, si è ufficialmente aperto domenica 8 aprile il Campionato Regionale di Corsa su Strada 2018, ospitato all’interno della 2ª edizione dell’evento podistico Costa Viola Run, gara competitiva per tutte le categorie Fidal. La kermesse a tappe dedicata ai master, che quest’anno si articolerà su 12 prove, si concluderà il 21 ottobre a Jonadi (VV), quando saranno assegnati gli scettri di miglior club maschile e femminile di specialità. Oltre 300 gli atleti al via sullo splendido scorcio antistante l’estrema punta della Sicilia, subito impegnati a divincolarsi tra le strettoie di Chianalea per evitare di attardarsi tra i viottoli del borgo storico di Scilla. Raggiunta in gruppo compatto la statale, nel giro di poche centinaia di metri si delineano nettamente le forze in campo. Al comando si schiera un sestetto formato dal siciliano Alessandro Brancato, tesserato per il G.P. Parco Alpi Apuane di Lucca, Antonio Amodeo e Marco Barbuscio dell’Asd Corricastrovillari, Antonio Bruno della Libertas Lamezia, Danilo Ruggero della Milonrunners Crotone ed il giallonero bagnarese doc Alberto Caratozzolo. Più indietro l’SM40 Salvatore Arena della Corricastrovillari ed il senior Antonio Maggisano della Libertas Lamezia. La Cosenza K42, detentrice del titolo maschile, ha schierato tra i runners over 35, tutti coloro in grado di tener testa ai migliori team calabresi. Circoscritta la contesa per l’oro a una mera questione ‘assoluta’, con la vittoria di Brancato in 33’18’’ su Marco Barbuscio e Danilo Ruggiero e con ai piedi del podio l’ottimo 4° posto di Alberto Caratozzolo, che sbriga allo sprint sul rettilineo finale la pratica Amodeo, da segnalare la performance del ‘ragazzino’ SM50 Francesco Turano che oltre a conquistare la corona di categoria alla media di 3’30’’ a km, si piazza anche al 6° posto in graduatoria finale, davanti a Bruno della Libertas Lamezia. A determinare il punteggio da attribuire ad ognuna delle società iscritte in gara, le posizioni conseguite dai singoli atleti nelle diverse categorie d’appartenenza. Per il team del presidente Vecchio, tra gli SM35 il contributo arriva dal 2° posto di Giuseppe Focà, dall’11° di Daniele Percacciuolo e dall’23° di Giovanni Ponti. Il 25° posto di Davide Fabbricatore è utile a guastare i piani agli avversari. Tra gli SM40 Domenico Focà è 3°, Stefano Bruno 9°, Massimo Palermo 12° e Diego Bruno 20°. Più attardati Emanuele Franzese, Alessandro Vitale e Denis Bruno. L’unico atleta schierato tra gli SM45, Massimiliano Caputo, sale con merito sul terzo gradino del podio. Nella SM50, oltre alla leadership di Turano, importantissimo il secondo posto di Luigi Imbrogno (13° in classifica generale). Tra i pari età Max Artuso chiude 12°. Nella SM55 a punti Giovanni Curia e Biagio Lamanna. Giuseppe Tarsitano è 25°. Tra gli SM60 il leader è Salvatore De Cesare (6°). Bene anche Franco Rinaldi e Pasquale Marra. Vincenzo Burreci si impone tra gli SM70, mentre Luigi Covelli si piazza al 4° posto. In gara femminile si migliora Chiara Raffaele, 3ª in classifica generale con il tempo di 43’19’’, un minuto in meno rispetto al crono realizzato durante la scorsa edizione. Vince la gara Ginevra Benedetti dell’Atletica Sciuto di Reggio Calabria, anticipando di gran lunga Francesca Paone dell’Hobby Marathon Catanzaro. Il settore master femminile K42 è stato rappresentato da Emanuela Fiorino (5ª SF40), Stefania De Napoli (6ª SF45), Maria Gabriella Bartoletti (1ª SF55) e Rosetta Strancone (1ª SF65). La prima tappa del CdS Master di Corsa su Strada 2018 decreta in testa alla classifica provvisoria la Libertas Lamezia con 29 punti, seguita dalla Cosenza K42 con 23 punti e dall’Hobby Marathon Catanzaro con 19 punti.

Imbrogno e Chiara Raffaele

Luigi Imbrogno e Chiara Raffaele in due diverse fasi della gara

Giuseppe Focà

Giuseppe Focà secondo in categoria SM35

Gruppo femminile K42

Chiara Raffaele, Emanuela Fiorino, Maria Gabriella Bartoletti e Stefania De Napoli nel dopo gara

Lunedì, 26 Marzo 2018 17:57

K42 AD AGROPOLI, STRAMILANO E VALENCIA

Un fine settimana all’insegna dell’endurance d’asfalto per i mezzofondisti della Cosenza K42. Ventuno i chilometri prescelti dai runners gialloneri come distanza su cui misurarsi lungo lo stivale e non solo. Alla 19ª edizione dell’Agropoli Half Marathon di domenica 25, in venti hanno tagliato il traguardo posto sul lungomare attiguo il parco archeologico di Paestum, decretando con il loro ordine d’arrivo il secondo posto in classifica per team fuori regione, borderline con la vetta. Aldo Carbone, primo atleta bruzio, chiude la distanza in 1h18’32’’. Lo seguono Luigi Imbrogno in 1h20’19’’ e Damiano Spina in 1h21’52’’. Massimiliano Caputo termina in 1h23’51’’, Massimo Palermo in 1h27’25’’. Personal best per Massimino Cozza con 1h29’32’’. Dopo 12 anni abbate il muro dell’ora e trenta Luca Consolo, fissando l'agognato PB in 1h29’50’’. Alla media di 4’17’’ a km, Salvatore De Bernardo (1h30'40'') sfiora l’impresa di migliorarsi ulteriormente, cosa che riesce molto bene a Roberto Caruso, teleguidato dal pacemaker Tonino Posa, capace di stabilire in 1h32’33’’ il suo nuovo miglior tempo sulla distanza. Buon ritorno all’agonismo di Gerardo Greco, bravo a chiudere con l’ottimo crono di 1h33’49’’. Domenico Principato fa 1h35’41’’. Giovanni Curia 1h36’57’’. Non male l’1h37’35’’ di Salvatore Muzzillo. Si riavvicina ai suoi standard Salvatore De Cesare con 1h39’54’’. Arnoldo Bocci chiude in 1h40'50''. Nonostante la white night, Gelsomino Cardellicchio rinnova il suo PB in 1h41’28’’. Biagio Lamanna timbra presente in 1h41’56’’. Vincenzo Burreci è 3° tra gli SM70 in 1h54’50’’. Stoico Giuseppe Tarsitano in 2h07’35’’. In contemporanea qualche chilometro più a nord, alla 43ª edizione della Stramilano, Armando Remorini c’è e taglia un traguardo pesante in 1h22’37’’. Lungo le strade del capoluogo lombardo bene anche Vittorio Iantorno in 1h30’21’’. Si migliora di 1 minuto e 54 secondi Antonio Forte, fermando il cronometro su 1h35’13. Nuovo PB anche per l’Anzianotto Massimiliano Artuso, bravo a chiudere la mezza meneghina in 1h39’03’’. Sabato 24 a Valencia, Alberto Caratozzolo ai nastri di partenza della 24ª competizione mondiale sui 21,097 km, replica il suo PB. Oltre alle squadre nazionali, la kermesse è stata open per migliaia di podisti provenienti da ogni parte del globo. In Spagna il forte atleta bagnarese in 1h15’03’’ impiega lo stesso tempo realizzato un anno fa a Milano, classificandosi in 169° posizione su 12369 atleti giunti al traguardo. Infine in terra calabra le giovanissime vespe guidate dal Direttore Tecnico Maurizio Leone, concludendo a Palmi la stagione country 2018, conquistano il Calabria Cross con la categoria Ragazze e Cadette. Da segnalare la vittoria di Giacomo Marotta in gara Allievi.

Massimiliano Caputo in gara con il pettorale 110

Massimiliano Caputo in gara ad Agropoli 

Luigi Imbrogno termina le sue fatiche sul lungomnare di Agropoli

Luigi Imbrogno chiude in 1h20' 

Damiano Spina al traguardo di Agropoli

Damiano Spina al traguardo 

Con il petorale 109 Luca Consolo abbatte ad Agropoli il muro dellora e trenta

E' PB per Luca Consolo con il pettorale 109 

Ad Agropoli Tonino Posa accompagna al PB Roberto Caruso

Tonino Posa guida fino in fondo Roberto Caruso

Mercoledì, 21 Marzo 2018 17:20

CONCLUSA A CETRARO LA STAGIONE DEI CROSS

Si chiude con un terzo posto la stagione delle corse campestri per l’Asd Cosenza K42, impegnata domenica scorsa a Cetraro (CS) nella 6ª edizione del San Michele Cross Country, competizione regionale master per club e valevole anche per l’assegnazione dei titoli individuali. Tra le batterie dei 6km, comprensive le categorie dalla SM35 alla SM55, conferma l’ottimo stato di forma l'over 50 Francesco Turano, impostosi di netto su Vincenzo Mollica della Running Bagnara e sul compagno di squadra Luigi Imbrogno, 3° al traguardo sugli ordinati prati inglesi del locale Golf Club. Nella stessa categoria bravi Antonio Posa (6° posto) e Salvatore Muzzillo (11° posto), in netta crescita. Tra gli SM35 in evidenza Damiano Spina con il suo utilissimo 5° posto. In categoria SM40 producono punti ai fini della classifica di società Piero Conforti, Stefano Bruno e Massimo Palermo. Tra gli SM45 strategici Massimiliano Caputo e Pietro Porco. La SM55 è controllata da Giovanni Curia (5° posto). Sulla distanza dei 4km Benedetto Andreoli vince la SM70 davanti al compagno Vincenzo Burreci. Tra gli SM60 ritorna competitivo Amedeo De Marco, 2° dietro Giancarlo Bernardi della Libertas Lamezia, mentre ruggisce in rimonta Salvatore De Cesare, segnale confortante in proiezione futura visto il suo fresco ingresso in categoria. Pasquale Marra chiude al 14° posto. Lo scudetto regionale maschile 2018 va alla Libertas Lamezia. Quello femminile all’Hobby Marathon Catanzaro.

Turano Posa Imbrogno

Turano, Posa e Imbrogno impegnati sui prati di Cetraro 

Giovanni Curia

Giovanni Curia in gara in batteria SM55

Lunedì, 12 Marzo 2018 16:24

CONFERME E PERSONAL BEST ALLA ROMAOSTIA

Un weekend in chiaroscuro per il team di atletica leggera K42. Il preannunciato impegno di Gubbio, in programma per competere a titolo individuale agli italiani assoluti e juniores di cross, non ha sortito i risultati sperati causa la non partecipazione del top runner cosentino Andrea Pranno, rimasto a casa febbricitante, e all’imprevisto ritiro a metà gara del talentuoso Ayoub Idam, impegnato nella prova degli 8 km con i pari età. Decisamente più confortanti i riscontri giunti in città dalla Capitale, riguardanti le performance prodotte dalla spedizione giallonera alla 44ª edizione della Huawei RomaOstia Half Marathon, vinta dopo 21 anni da un’atleta non africano, lo statunitense Galen Rupp, in 59’47’’. Ben tre dei 13 atleti bruzi in gara hanno tagliato il traguardo in un ora e 24 minuti. Il cetrarese Massimo Palermo, dopo il lungo infortunio muscolare, passa facile ai 10km in 39’ chiudendo i 21,097km in 1h24’16’’. Si migliorano sulla distanza sia l’SM40 Mariano Gaudiello (1h24’31’’) che l’SM35 Daniele Percacciuolo (1h24’52’’). Lima qualche secondo sul suo miglior tempo anche Salvatore De Bernardo, all’arrivo sul lungomare di Ostia con il crono di 1h29’37’’. Passa dall’arrotino in corsa anche Luca Consolo per affinare l’1h31’14’’ di Agropoli dello scorso anno, migliorandolo in 1h31’10’’. Gira sui 4’25’’ a km Massimino Cozza, media che non gli consente di scendere sotto il muro dell’ora e trenta, timbrando presente dopo 1h33’06’’. Si migliora ancora Antonio Forte, bravo a chiudere in 1h34’21’’. Roberto Caruso cala nella seconda parte di gara e termina in 1h38’22’’. Notevole il progresso di Gelsomino Cardellicchio che si migliora di quasi tre minuti, chiudendo a passo costante in 1h42’57’’. L’esperto Biagio Lamanna fa un ‘lunghissimo’ in 1h44’55’’, così come Salvatore De Cesare gira largo dal suo pb oltrepassando la linea d’arrivo in 1h46’01’’. Non regge la tenuta a Salvatore Muzzillo, giornata no che vale solo l’orgoglio dei colori sociali portati fino in fondo in 1h46’28’’. Gli allenamenti in giro per il globo valgono il nuovo personale a Gianluigi Nigro, lesto a ridurre il tempo di percorrenza di ben 5 minuti, 2h06’11’’ il suo nuovo miglior crono. Da registrare il ritiro dell’alfiere giallonero Aldo Carbone.

Gialloneri a Roma

Foto di gruppo prima della partenza   

Tutti bravi i giovani atleti gialloneri impegnati domenica mattina a Crotone per la terza tappa del Calabria Cross, circuito di gare di corsa campestre giovanile dedicato alle categorie Ragazzi e Cadetti. Bene le Cadette Linda Savaia e Namy Cortese, che si impongono sulla prova del 1,5km conquistando oro e argento. Giudiziosa la tattica di gara adottata da Sofia Filice in categoria Ragazze, cauta all’avvio e determinata nel cambio passo che la porta a vincere per distacco la prova dei 1000m. Tra i Cadetti Michele Turco si piazza al 6° posto. La competizione era aperta anche alle categorie Esordienti e Allievi. Salvatore Savaia e Moses Dell’Accio negli Esordienti A terminano a metà gruppo la prova degli 800m. Podio tutto K42 tra gli Esordienti B con Giuseppe Bianco, Matteo Greco e Giuseppe D’Elia. Tra gli Allievi ottimo esordio di Giacomo Marotta, che si impone facile sui 4 km.

Savaia e Cortese

Namy Cortese e Linda Savia sul podio

Esordienti B

Il podio Esordienti B tutto giallonero

Giacomo Marotta

Giacomo Marotta primo sulla prova dei 4 km     

Lunedì, 05 Marzo 2018 11:45

TURANO BRONZO A LUCCA

Francesco Turano ancora in auge dopo l’argento indoor conquistato a fine febbraio ad Ancona. L’atleta senior over 50 di K42, è risultato tra i più forti master italiani anche ai tricolori di cross individuali e di società che si sono disputati sabato 3 marzo a Lucca. Nel fango intorno alle mura della città toscana, Turano ha tenuto testa ai big di categoria sulla distanza dei 6 km, piazzandosi al terzo posto dietro il pluridecorato Valerio Brignone della Cambiaso Risso Running Team di Genova e a Luca Guatteri dell’Atletica Libertas Udine, avversario già affrontato al coperto in pista sui 3000m. Sfortunata la prova di Osvaldo Librandi tra gli SM40, caduto alla partenza, ha chiuso la prova in 60ª posizione. Lo scudetto per club è andato ai bresciani dell’Atletica Paratico, che fanno doppietta con i titoli maschile e femminile.

Francesco Turano in gara a Lucca

Francesco Turano in gara nel fango di Lucca

Mercoledì, 28 Febbraio 2018 07:08

IDAM E RAFFAELE DA APPLAUSI A SALA CONSILINA

In evidenza domenica scorsa a Sala Consilina (SA) le giovani leve della Cosenza K42, Ayoub Idam e Chiara Raffaele, entrambi sul podio alla prima edizione del Trofeo CarMax, gara su strada di 10km e 700m, con 41 runners gialloneri alla partenza. Il diciasettenne di origini magrebine Ayoub Idam, ha tenuto testa al più esperto Gilio Iannone, ex C.S. Esercito, CUS Camerino e G.P. Parco Alpi Apuane, riuscendo a conquistare anche uno dei traguardi volanti posti lungo il percorso. Nel tratto più irto del tracciato Idam perde terreno da Iannone terminando secondo alle sue spalle con il tempo finale di 34’47’’, a soli 7’’ dal top runner avellinese. Tra le donne argento anche per Chiara Raffaele, giunta al traguardo in 44’39’’, quindici secondi dopo la vincitrice Rosmary Antico dell’Atletica Sporting Calore. Nel complesso buona prova di squadra per il team bruzio che si piazza al 3° posto nella classifica di società. Tra le canotte giallonere bene Alberto Giungato, 4° assoluto con il crono di 38’23’’, Luigi Imbrogno 10° in 39’41’’, Damiano Spina 21° in 40’51’’ e Mariano Gaudiello 22° in 40’55’’. Da segnalare il debutto assoluto in una competizione agonistica di Davide Fabbricatore e la prima in giallonero di Alessandro Vitale e Lido Tundis. Leadership di categoria per Amedeo De Marco e Benedetto Andreoli. Al risultato di squadra hanno contribuito Stefano Bruno, Massimiliano Caputo, Piero Conforti, Massimo Palermo, Domenico Finizio, Antonio Posa, Daniele Percacciuolo, Luca Consolo, Diego Bruno, Max Ragusa, Salvatore Muzzillo, Massimino Cozza, Antonio Forte, Carlo Maselli, Emanuele Franzese, Domenico Principato, Salvatore De Cesare, Gelsomino Cardellicchio, Carmelo Pastura, Lucio Luciani, Angelo Sorcale, Vincenzo Spizzirri, Denis Bruno, Vincenzo Burreci, Franco Rinaldi, Giuseppe Tarsitano, Mario Ras, Rosetta Strancone, Roberto Pansa e Luigi Covelli.

Chiara a SC

Chiara Raffaele sul podio femminile

K42 chiude a San Costantino Calabro (VV) la pratica CdS Assoluti di Cross, con il sesto titolo consecutivo di specialità conseguito dal club del presidente Pino Vecchio. Dopo il precipitoso rinvio della 2ª prova in programma domenica 11, si è disputata due giorni fa a ranghi ridotti, tra gli uliveti impaludati attigui al paesino vibonese, la gara conclusiva per l’assegnazione di titoli e pass per gli italiani in programma a Gubbio (PG) il secondo weekend di marzo. Causa la concomitanza con altre gare già programmate, coach Leone schiera solo 5 atleti a difesa del vantaggio in classifica accumulato durante la prova di gennaio. Sui 10km senior, Andrea Pranno taglia per primo il traguardo, distanziando di 3’23’’ il secondo classificato Antonio Amodeo della Corricastrovillari. Il terzo e quarto posto di Alberto Caratozzolo e Giovanni Monaco protocollano e spediscono in archivio la sfida regionale country 2018. In retrovia Aldo Carbone (11°) e l’esordiente Giuseppe Focà (22°), in allerta pronti ad intervenire in caso di necessità. K42 si impone anche in gara Juniores con Pasquale Praticò che ha la meglio sulla distanza degli 8km, su Federico Cottone (Scuola Atletica Krotoniate) e Florentin Pruteanu (Atletica Sciuto).

A Lissone (MB) durante la 5ª e conclusiva prova del Cross per Tutti, Osvaldo Librandi vince la categoria SM40 confermandosi argento in classifica finale.

Alla Corri a Lecce, mezza maratona giunta alla sua 8ª edizione, Maria Gabriella Bartoletti sale sul terzo gradino del podio SF55 con 1h49’’28’’, classificandosi 57ª assoluta. La debuttante Stefania De Napoli, con il tempo di 1h59’01’’, si piazza 20ª in categoria SF45 e 99ª assoluta.

Librandi

Osvaldo Librandi in gara a Lissone

Bartoletti

Maria Gabriella Bartoletti sul podio a Lecce

   

Martedì, 27 Febbraio 2018 17:42

TURANO ARGENTO INDOOR SUI 3000 METRI

Soddisfazione in casa giallonera per l’argento conquistato da Francesco Turano venerdì scorso ad Ancona, durante i Campionati Italiani Master indoor. New entry in categoria, il runner SM50 di San Pietro in Guarano, ha espresso in batteria unica una prestazione di potenza e sagacia sulla distanza dei 3000m. Lasciato andare in avanscoperta su ritmi da 3’ a km il vincitore del tricolore Luca Guatteri dell’Atletica Libertas Udine, Turano si posiziona quarto alle spalle di Giuseppe Miglietti dell’Asd Montedoro Noci, tallonandolo per trequarti di gara. All’ultimo mille Turano cambia passo, lasciando sul posto l’atleta pugliese e rientrando con una progressione implacabile su Andrea Scarpa dell’Atletica Biotekna Marcon di Venezia, fino a quel momento sicuro secondo, superandolo senza tragua. A soli 7 secondi dal vincitore, Francesco Turano chiude con l’ottimo tempo di 9:32.68, aggiudicandosi un meritatissimo argento.

Ancona 2

Il podio SM50 dei 3000m indoor    

Mercoledì, 07 Febbraio 2018 07:05

K42 BENE A NAPOLI E PADERNO

Buon esordio in canotta giallonera a Napoli di Antonio Forte, alla sua prima mezza ufficiale conclusa con l’ottimo tempo di 1h35’21’’ (real time). Presenti alla Napoli City Half Marathon anche Diego Bruno che realizza a passo costante il suo nuovo personal best, abbattendo il muro dell’ora e trenta con un crono da 1h29’21’’. Antonio Gianni conclude i 21 km in 1h40’06’’. A Paderno Dugnano (MI), 3° tappa del Cross per Tutti, Osvaldo Librandi sale di un gradino in classifica provvisoria di categoria.     

Librandi e Diego Bruno in gara

Osvaldo Librandi a Paderno e Diego Bruno sul lungomare di Napoli