Redazione

Redazione

Il traguardo dei dieci anni della K42, tagliato venerdì scorso nel centro storico di Cosenza in una Sala Nova strapiena di pubblico, presso il Palazzo della Provincia, si è costellato di stelle. L’oro mondiale sui 3000 siepi a Roma ’87 Francesco Panetta, l’oro olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini, l’argento in maratona agli europei di Budapest ’98 Danilo Goffi, il campione d’Italia di maratona 2008 Denis Curzi, l’olimpionico a Pechino 2008 Ottavio Andriani e l’argento in maratona ai giochi del mediterraneo 2009 Giovanni Ruggiero, hanno suggellato l’evento celebrativo della società giallonera come meglio non si poteva. Il giornalista Rai Mario Tursi Prato, moderatore della serata, dopo aver ricordato a larghe linee le tappe basilari del percorso svolto dal 2007 ad oggi dalla Cosenza K42, ha cadenzato gli interventi previsti in scaletta armonizzandoli abilmente in un clima conviviale. Nel corso dei saluti agli ospiti ed ai presenti in sala, redatti dal Presidente Pino Vecchio e letti dalla figlia Mariagrazia, sono stati ricordati i tesserati che si sono prodigati nel corso degli anni per la crescita del team e che non sono più tra noi. L’Assessore allo Sport del Comune di Cosenza, Carmine Vizza, dopo aver ricordato con orgoglio il suo trascorso podistico tra le fila della K42, ha preannunciando interventi strutturali sull’impianto di atletica leggera cittadina. Il Presidente del Comitato Fidal Calabria, Ignazio Vita, ha espresso piena soddisfazione per l’attività svolta dall’Asd Cosenza K42, riuscendo in poco tempo ad assurgere a società modello in ambito regionale e non solo. Maurizio Leone, Direttore Tecnico di K42, nel confermare il work in progress per i settori assoluto e giovanile, ha ribadito come fiore all’occhiello del club la corposa squadra master. Luca Grandinetti, una delle massime figure prodotte dal movimento dall’atletica cosentina, nonché allenatore specialista di IV livello europeo e già direttore della scuola d’atletica ‘Paolo Rosi’ della Fidal Lazio, ha riconosciuto l’ottimo lavoro svolto in un contesto non sempre propenso ad accogliere progetti sportivi. Riconoscimenti sono stati conferiti dalla società a Giuseppe Giudiceandrea, quale primo atleta tesserato dalla Cosenza K42, a Gemma Pucci, in qualità di genitore fidelizzato al settore giovanile e ad Ayoub Idam, campione italiano allievi 2017. La parte riservata ai testimonial d’eccezione è stata condotta in tandem da Tursi Prato e Leone, rivelando simpatici aneddoti e retroscena di vent’anni di atletica di alto profilo. A chiudere la manifestazione, l’attesissima presentazione del libro di Francesco Panetta io corro da solo, introdotta da Carmelo Sanzi, conoscitore delle prime fasi agonistiche dell’autore. L’evento è stato anticipato in mattinata dall’incontro tra i top runners e gli studenti dell’istituto scolastico comprensivo di Castrolibero.        

Il prossimo 13 ottobre l’Asd Cosenza K42 celebrerà i suoi primi 10 anni di attività. Presso la Sala Nova della Provincia di Cosenza, alle 18.00 atleti, tecnici e dirigenti gialloneri si ritroveranno insieme ad un cast di testimonial di prim’ordine, per ripercorrere i momenti salienti dei dieci anni vissuti con passione da oltre duecento tesserati. Nel corso della cerimonia interverranno delle vere e proprie icone dello sport italiano, come l’oro olimpico alla maratona di Atene 2004 Stefano Baldini ed il calabrese Francesco Panetta, leggenda del mezzofondo internazionale, oro ai mondiali di Roma nell’87 sui 3000 metri siepi. Saranno presenti anche l’ultimo vincitore italiano della maratona di New York Giacomo Leone, gli olimpionici Danilo Goffi e Ottavio Andriani e gli ex azzurri Denis Curzi e Giovanni Ruggiero. Nel corso della manifestazione sarà presentato il libro di Francesco Panetta io corro da solo.

Giovedì, 05 Ottobre 2017 06:24

QUATTRO NUOVI PB AI CDS MASTER DI DARFO BOARIO

Domenica 1 ottobre si sono disputati a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia, i Campionati Italiani Individuali e di Società Master di mezza maratona. Nonostante non coperta in tutte le cateogrie, la Cosenza K42 si classifica nella graduatoria per club al 22° posto su 163 società partecipanti. Più che soddisfacenti le prove individuali dei nove runners impegnati in Val Camonica su un tracciato non semplce, sul quale in quattro migliorano i rispettivi pb sulla distanza. Eccelle Francesco Turano, capace di produrre una prestazione di altissimo livello che gli consente di piazzarsi al 28° posto assoluto, su 1426 atleti giunti al traguardo, ed al 4° nella categoria SM45. Passato al diecimila in 34’36’’ alla media si 3’27’’ a km, Turano conclude sulla pista di atletica di Darfo Boario in 1h13’13’’, migliorandosi di 3 minuti e 56 secondi. Stefano Bruno tra gli SM40 si classifica al 35° posto in 1h21’28’’, otto secondi in più rispetto al real time prodotto. Ottimo crono per Vittorio Iantorno, 1h22’32’’ 44° tra gli SM40, miglioratosi di 2 minuti e 52 secondi rispetto al real time realizzato a Verona. Massimo Ragusa in 1h23’47’’ è 31° tra gli SM50. Massimino Cozza in progressione ferma il cronometro su 1h30’09’’, suo nuovo personal best. Luca Consolo chiude i 21km in 1h30’53’’, limando di 5’’ il suo precedente record. Diego Bruno, dopo una prima parte di gara affrontata con piglio, cala nel finale concludendo lontanissimo dal suo miglior tempo in 1h36’08’’. Un passo costante consente a Salvatore Muzzillo di arrivare al traguardo in 1h39’46’’. Ci impiega 28'' in più Massimiliano Artuso, rispetto al suo pb conseguito quest’anno a Roma, per portare a termine in 1h40’52’’ la sua seconda mezza maratona.

Domenica, 24 Settembre 2017 20:27

SALVATORE ARENA PRIMO A PALMI

Alla prima edizione del Grand Prix Costa Viola, gara su strada di 9 km, svoltasi a Palmi (RC) domenica 24 settembre e valida come 14^ prova del CdS Regionale Master di corsa su strada, in evidenza la Cosenza K42 con i suoi migliori atleti che si aggiudicano sia la vittoria assoluta che quella di tappa. Sotto una pioggia fitta ed insistente, partono in duecento sul lungomare palmese per contendersi il successo finale ed i primati di categoria. Dopo il giro di boa è Davide Pirrone della Hobby Marathon Catanzaro a provare l’azione solitaria, subito rintuzzata da Paolo Audia della Jure Sport, Michelangelo Spingola e Marco Barbuscio della Corricastrovillari e dal duo giallonero Salvatore Arena e Alberto Caratozzolo. Ad un chilometro dall’arrivo aumenta il ritmo il taurianovese Arena che va a vincere con il tempo di 29’25’’, distanziando di 5 secondi il suo compagno di squadra Caratozzolo. Al terzo posto Pirrone in 29’33’’. Bene Francesco Turano e Luigi Imbrogno, rispettivamente 8° e 10° in classifica assoluta. Tra le donne argento per Chiara Raffaele con il crono di 37’10’’. Ennesima vittoria a squadre per il club del presidente Vecchio, che con 334 punti ha la meglio sulla Hobby Marathon Catanzaro.

Venerdì, 15 Settembre 2017 07:08

CHIARA RAFFAELE LA PIU’ VELOCE A SAN COSTANTINO

Alla prima edizione del Trofeo podistico “CorriSanCostantino”, disputatosi sabato 9 settembre a San Costantino Calabro (VV), in evidenza Chiara Raffaele e Luigi Imbrogno. In gara femminile si impone l’atleta vibonese allenata da Maurizio Leone, anticipando sul traguardo Concetta Saffioti della Corri Con Noi Palmi e Lisa Sorrenti Runcard. Nella prova maschile Luigi Imbrogno, si inserisce tra Antonio Magisano e Andrea Godino, entrambi Libertas Lamezia, conquistando il secondo gradino del podio.    

Giovedì, 14 Settembre 2017 17:44

RIPARTE IL SETTORE GIOVANILE DI K42

Lunedì 18 settembre riparte l’attività giovanile di K42 con il tradizionale Open Day, seduta aperta a tutti, presso la pista di atletica del Campo Scuola dalle ore 17:00. Novità di questa stagione, oltre all’inserimento di nuovi istruttori nei quadri tecnici, l’allargamento delle fasce d’età a partire dai 5 anni e lo screening posturale con scheda personalizzata per le categorie Esordienti, Ragazzi e Cadetti a cura del dr Ferdinando Ritrovato, consulente medico del settore giovanile della Cosenza K42.

Martedì, 12 Settembre 2017 14:31

SEGNALI INCORAGGIANTI DAI TRICOLORI DI DALMINE

Un’intera giornata dedicata alla corsa, sabato 9 settembre a Dalmine (Bergamo), ha assegnato in un contesto altamente professionale, i tricolori Allievi, Assoluti e Master sulla distanza dei dieci chilometri su strada. Forte rammarico in casa giallonera per l’assenza dell’Allievo Ayoub Idam, visto i crono registrati in categoria per salire sul podio. In gara assoluta, dopo l’improvviso forfait per noie muscolari di Aldo Carbone, consola la prova di Alberto Caratozzolo, vicino al suo personale con il tempo di 33’30’’. Realizza il suo miglior crono Alberto Giungato, 31° in categoria Promesse con 34’09’’. Nuovo PB anche per Andrea Leto in 36’54’’. Tra i Master ottimo 6° posto SF40 di Katia Scionti in 38’32’’. Bene Osvaldo Librandi, 60° tra gli SM40 in 36’38’’. Vittorio Iantorno manca per un secondo la sua miglior prestazione ufficiale di sempre, chiudendo in 38’46’’ e gratificato comunque da un soddisfacente real time. Massimino Cozza in 41’ netti si migliora di un minuto e 47 secondi. Lima ancora dopo quattro anni la sua performance sulla distanza Angelo Marinello, chiudendo in 46’37’’. Lucio Luciani fa 47’16’’.

Mercoledì, 06 Settembre 2017 08:12

LA STRACROTONE AD ALBERTO GIUNGATO

Dopo quasi trent’anni ritorna la StraCrotone sulle strade della città pitagorica e ad aggiudicarsela è proprio un crotonese doc. Il giovane Alberto Giungato, compirà 20 anni il prossimo 11 settembre, tesserato Cosenza K42 categoria Promesse e proveniente dall’Atletica Runners 2012 del presidente Screnci, si è imposto domenica scorsa sulla distanza dei 5 chilometri con il tempo di 16’01’’ davanti allo Junior della Fiamma Catanzaro Luca Ursano (16’07’’) ed al sangiovannese della Jure Sport Paolo Audia, terzo in 16’16’’. Buon viatico il tracciato a giro unico affrontato dall’atleta cresciuto nel quartiere Fondo Gesù, in vista degli italiani di corsa su strada in programma il prossimo weekend a Bergamo, risultato quest’anno elemento fondamentale in molte gare a squadre per il club bruzio ed ora accreditato tra i mezzofondisti più promettenti nel panorama dell’atletica calabrese. In evidenza a Crotone per il team guidato da Maurizio Leone, anche il senior Aldo Carbone, 4° assoluto con il crono di 16’25’’ ed il velocista Gabriel Hutanu, che ha palesato ottime doti da fondista, classificandosi 8° in 17’13’’. Luigi Imbrogno con il tempo di 17’14’’ vince la categoria SM45. Andrea Leto chiude in 17’38’’ e Simone Biase in 18’33’’. Daniele Percacciuolo conclude in 18’55’’. Denis Bruno fa 24’06’’ mentre Mauro Valdrighi ferma il cronometro su 24'34'', conquistando il terzo gradino del podio degli SM60. Tra le donne Maria Gabriella Bartoletti è terza in 24’28’’.           

Anche quest’estate K42 ha programmato il consueto periodo di preparazione in altura, in vista di un finale di stagione piuttosto impegnativo per il club di atletica bruzio. La calura straordinaria percepita in questo periodo in città, poco si confà con i lavori intensi propedeutici alle competizioni di lunga distanza e pertanto gli atleti affidati all’allenatore specialista di mezzofondo Maurizio Leone, affrontano in quota gli allenamenti cruciali per centrare senza troppi patemi gli obiettivi di fine anno proposti dal calendario Fidal. Si riparte a settembre con la StraCrotone, gara di 5 km utile per un 'giro gamba veloce’ preparatorio agli Italiani di corsa su strada, in programma a Dalmine (BG) sabato 9 settembre. Nella località bergamasca, i runners gialloneri parteciperanno alle gare Allievi ed Assoluti. Gli atleti Master saranno invece chiamati a competere per il tricolore di mezza maratona individuale e di società a Darfo Boario Terme (BS) il 1 ottobre. Inoltre gli over35 del patron Pino Vecchio dovranno affrontare anche le ultime due tappe del campionato regionale di specialità, con il titolo a squadre praticamente già in tasca.    

Il girovagare podistico per paesi e città della Calabria, iniziato a fine aprile sulle rive del lago Pantano nel cuore del Pollino, per dar vita alla competizione regionale tra società Fidal, ha condotto sabato scorso i runners gialloneri del presidente Pino Vecchio fino a Marina di Sibari, nel comune di Cassano all’Ionio (CS), per partecipare alla IV^ Stracassano, gara a giro unico di 9 km e 800 metri, valida come 13^ tappa del campionato di corsa su strada a squadre riservato alle categorie master. Con l’ennesima affermazione sugli itinerari dell’antica Sybaris, dopo 9 vittorie su 13 e a due prove dalla conclusione, il titolo di campione per club 2017 ha ormai intrapreso definitivamente la direzione che conduce alla città dei bruzi per il secondo anno consecutivo. Protagonisti della gara fin dai primi metri, Luca Ursano della Fiamma Catanzaro, Paolo Audia della Jure Sport, Michelangelo Spingola della Corricastrovillari e l’alfiere di K42 Aldo Carbone. Dopo le prime scaramucce tra Spingola e Audia, Luca Ursano al giro di boa prova ad allungare staccando gli avversari. A due chilometri dalla conclusione però molla e viene ripreso. Un’azione poderosa consente ad Aldo Carbone di involarsi in testa alla corsa fino agli ultimi metri, quando però, causa un evidente falla nella segnalazione del percorso, invece di svoltare a sinistra per immettersi sul viale d’arrivo, continua dritto perdendo la gara. Michelangelo Spingola sfrutta l’errore dell’antagonista e va a vincere in 33’45’’. A 6 secondi Carbone. Lo sprint per il terzo posto se l’aggiudica Paolo Audia su uno spento Ursano. Tra gli Assoluti anche Daniele Percacciuolo, 27° in 40’01’’. Dalle graduatorie master arriva per K42 il 14° posto SM35 di Massimino Cozza in 44’06’’. Domina la SM40 Agostino Esposito, 1° in 36’16’’. Terzo Osvaldo Librandi in 37’21’’. Nella stessa categoria Piero Conforti è 7° con il tempo di 39’27’’, Domenico Finizio 11° (42’11’’) e Denis Bruno 20° (48’52’’). Ottimo rientro di Luigi Imbrogno, classificatosi 6° assoluto e 2° nella categoria SM45 con il crono di 36’02’’. Lo segue Massimiliano Caputo, 4° in 39’57’’. Nella SM50 Salvatore De Bernardo è 4° in 42’57’’, Massimiliano Artuso 8° in 44’43’’ e Cosimo Raho 11° in 48’40’’. Si impone nella SM55 Giovanni Curia 1° in 40’14’’, Carmelo Pastura è 10° in 48’03’’, Vincenzo Spizzirri 12° in 49’14’’ e Franco Rinaldi 13° in 51’ netti. Angelo Marinello si classifica 5° tra gli SM60 in 46’43’’. Podio per Eugenio Paoli, 3° SM65 in 51’24’’. Tripletta nella SM70 con Benedetto Andreoli, Vincenzo Burreci e Luigi Covelli. In gara femminile, vinta da Francesca Labianca dell’Atletica Locorotondo in 39’03’’, Sabrina Gioberti è seconda tra le SF40 in 44’07’’ ed Emanuela Fiorino terza in 48’13’’. Rosetta Strancone vince la categoria femminile SF65.