Redazione

Redazione

Alberto Caratozzolo e Luca Ursano in auge domenica scorsa sulle strade calabresi nel doppio impegno agonistico di Lamezia Terme e Palmi. Alla Panoramica di Primavera, sulla distanza dei 10 km, lo junior giallonero Luca Ursano si aggiudica la rinnovata edizione della classica lametina in 36’43’’, anticipando di oltre un minuto l’atleta di casa Antonio Maggisano della Libertas Atletica Lamezia. Al 29° Trofeo Podistico Città di Palmi, in evidenza Alberto Caratozzolo capace di assicurarsi un secondo posto assoluto sull’impegnativo circuito cittadino di 8,250 km. Eccellente scalatore e discesista si è rivelato Francesco Turano, abile a recuperare posizioni in progressione raggiungendo un meritato bronzo in 28’25’’. La kermesse palmese, valida anche come terza prova del CdS Master di corsa su strada, ha registrato l’arretramento di un gradino del podio rispetto a quanto conseguito nelle prime due tappe, lasciando comunque inalterata la classifica provvisoria. Tra gli over35 bruzi, oltre al top Turano, da segnalare il puntuale contributo degli altri runners di San Pietro in Guarano. Il 2° posto SM50 di Luigi Imbrogno in 29’24’’ ed il 3° SM45 di Massimiliano Caputo in 30’51’’, valgono insieme 197 punti dei 1378 totali realizzati dal club. L’irruente 4° posto del funambolo Mariano Gaudiello, all’arrivo in 30’59’’, consegna 97 punti al bottino di giornata di K42 ed il 5° di Massimo Palermo, entrambi SM40, ne porta 96. Nella stessa categoria super performance di Luca Consolo, alias Borsalino Run, 7° posto con in dote 94 punti. Ottimo il 4° posto SM60 con dedica al presidente Vecchio, di Salvatore De Cesare. Preziosi gli apporti ottenuti nelle rispettive categorie da parte di Massimo Ragusa, Giovanni Curia, Diego Bruno, Antonio Forte, Roberto Caruso, Domenico Principato, Salvatore Muzzillo, Benedetto Andreoli, Alessandro Vitale, Angelo Sorcale, Biagio Lamanna, Franco Rinaldi e Luigi Covelli. Tra le donne podio per Sabrina Gioberti (2ª SF40). Nella medesima categoria buon ottavo posto di Emanuela Fiorino. Stefania De Napoli è 5ª tra le SF45. Maria Gabriella Bartoletti e Rosetta Strancone si impongono in SF55 e SF65.

Salvatore De Cesare in fase di sorpasso
Salvatore De Cesare conquista posizioni in categoria  

Al conferimento della Bandiera Azzurra da parte della Fidal alla città di Cosenza, come comune particolarmente distintosi negli ultimi anni nel favorire la pratica della corsa e del cammino, è stata invitata anche l’Asd Cosenza K42, società sportiva attiva da oltre un decennio sul territorio urbano, alla quale è stato riconosciuto un ruolo rilevante nella divulgazione del messaggio corsa uguale benessere. Alla celebrazione svoltasi sabato 28 aprile presso il Museo Multimediale di piazza Bilotti, apprezzato l'intervento di Maurizio Leone, che ha ripercorso la sua esperienza personale partita da Cosenza e che ha fatto di lui un campione dell’atletica leggera nazionale.

Cosenza K42 in attività anche durante i festivi. Al 15° Meeting Città di Acquaviva, manifestazione nazionale di atletica leggera su pista riservata alla categoria assoluti maschile e femminile, tenutosi mercoledì 25 aprile ad Acquaviva delle Fonti in provincia di Bari, Ayoub Idam ha esordito sulla distanza dei 5000 metri vincendo in batteria unica con il tempo di 15’20’’. La prova di Idam, da solo in testa dall’inizio, è stata penalizzata dai continui doppiaggi effettuati in esterno e dal vento contrario sul rettilineo d’arrivo. Crono comunque valido come tempo minimo per la partecipazione ai campionati italiani individuali juniores e promesse che si svolgeranno dall’1 al 3 giugno ad Agropoli (SA). Sulla distanza dei 1500 metri Alberto Giungato, con un'ottima rimonta si è classificato al secondo posto in 4’11.54, prestazione svantaggiata da 3.8m di vento contro al secondo. Riconoscimento in sede da parte della dirigenza, con consegna di t-shirt ricordo, alle Cadette K42 per la vittoria del Calabria Cross 2018.

Alberto Giungato ad Acquaviva
Alberto Giungato sul podio

Cadette 
La premiazione delle Cadette 

Giovedì, 26 Aprile 2018 23:52

RECORD DI PRESENZE AL ROTARY DAY RUN

La 4ª edizione del Rotary Day Run, svoltasi domenica 22 aprile a Rende (CS), passa agli annali podistici come evento con il più alto numero di partecipanti degli ultimi anni in Calabria. Oltre 450 runners tra agonisti e non, hanno invaso alle 9:30 le vie del centro urbano rendese formando un lungo serpentone colorato dislocatosi lungo via rossini, via cavour e viale principe, per un totale di 10 km di laboriosi falsipiani in successione alternata. La gara open, valida come 2ª prova del CdS master di corsa su strada, ha replicato in testa alla corsa il dominio fatto registrare in quest’ultimo periodo dei senior dell'Asd Corricastrovillari, aggiudicatisi con merito i primi due gradini del podio assoluto con Marco Barbuscio, giunto al traguardo in solitaria in 32’26’’ e Antonio Amodeo, bravo a scrollarsi sul rettilineo finale il tallonamento asfissiante del lametino Antonio Bruno della Libertas, chiudendo la sua prova in 33’33’’. Quarto posto in classifica generale e primo giallonero a varcare il gonfiabile antistante il sagrato di San Carlo Borromeo, l’evergreen SM50 Francesco Turano con il tempo di 34’11’’. La contesa femminile ha proclamato vincitrice dell’ambita kermesse rotariana, la 33enne Francesca Paone tesserata Hobby Marathon Catanzaro, davanti a Faustina Bianco della Dojo Judo Running e a Chiara Raffaele della Cosenza K42. Per computare i 1397 punti assegnati in graduatoria maschile master al club del presidente Pino Vecchio, sono stati ‘selezionati’ i migliori 16 punteggi, come previsto dalle nuove norme Fidal, prodotti dai 48 atleti schierati dalla società bruzia. Il 1° posto SM50 conseguito da Francesco Turano, ha generato il massimo dei punteggi acquisibili per singolo atleta (100 punti). I due secondi posti SM40 e SM50 di Domenico Focà e Luigi Imbrogno, insieme immagazzinano 198 punti. Il 3° posto SM45 di Massimiliano Caputo ha reso 98 punti. Il 5° posto SM35 di Giuseppe Focà, 96 punti. Il 6° e 7° posto SM50 di Antonio Posa e Massimo Ragusa, collettivamente produce 189 punti. Damiano Spina SM35 e Massimo Palermo SM40, ambedue in 8ª posizione tra i rispettivi pari età, totalizzano insieme 186 punti. Il 9° posto SM40 di Stefano Bruno e quello di Giovanni Curia tra gli SM55, valgono per il forziere giallonero 184 punti. Salvatore De Bernardo con il 10° posto SM50, regala al suo team 91 punti. Il doppio 89 punti realizzato sia da Daniele Percacciuolo tra gli SM35 che da Vittorio Iantorno tra gli SM40 (entrambi 12esimi), viene conteggiato una sola volta. I restanti 3 punteggi da ‘pescare’ tra le categorie ‘alte’ arrivano da Angelo Sorcale (3° SM65 con 58 punti), da Antonio Gianni (6° SM60 con 55 punti) e da Salvatore De Cesare (8° SM60 con 53 punti). A realizzare il punteggio master femminile, contribuiscono tutte le atlete in gara: Sabrina Gioberti, Emanuela Fiorino, Stefania De Napoli, Maria Gabriella Bartoletti e Rosetta Strancone. In graduatoria provvisoria maschile si conferma in testa la Libertas Atletica Lamezia, davanti a Cosenza K42 e Hobby Marathon Catanzaro. Tra le donne leadership a Hobby Marathon Catanzaro su Atletica Sciuto Reggio Calabria e Dojo Judo Running. Le lady di Cosenza K42 stazionano in 5ª posizione. La committenza del Rotary Club di Rende, rappresentata nei ruoli operativi dal presidente Maurizio Bonofiglio, dal vice Antonino Morabito e dal segretario Attilio Romano, che per il 4° anno consecutivo ha affidato il 'confezionamento' della manifestazione alla Cosenza K42, nell'esprimere viva soddisfazione per la riuscita dell'evento, è già proiettata verso il perfezionamento dell'edizione 2019.    

A1

Gli atleti master K42 

A2

Speaker e autorità Rotary 

Mercoledì, 25 Aprile 2018 10:36

COSENZA K42 PROMUOVE L’ATLETICA ALL’UNICAL

Il protocollo d’Intesa tra il CRUC e l’Asd Cosenza K42, sottoscritto lo scorso gennaio, ha generato il secondo evento in pochi mesi. Dopo l’iniziativa “M'illumino di Meno 2018”, in collaborazione con la trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio Rai2, le due associazioni hanno promosso lunedì 16 aprile, presso l’Aula Magna dell’Università della Calabria, una giornata di studio su Sport e Alimentazione, patrocinata dal Corso di Laurea Magistrale in Scienza della Nutrizione. A disquisire sul tema il prof Piero Incalza, Responsabile ed Advisor FIDAL Nazionale per il settore Mezzofondo, nonché innovatore al Centro Studi Federale per avere introdotto nelle discipline d’endurance metodiche d’allenamento basate sulla forza. A coadiuvarlo nei lavori gli ex atleti top-level Giacomo Leone (vincitore della maratona di New York), Ottavio Andriani (olimpionico) e Maurizio Leone (campione italiano di cross), che hanno illustrato le proprie esperienze sul campo. Ad aprire i lavori il Magnifico Rettore prof Gino Mirocle Crisci, il quale dopo avere illustrato agli ospiti l’offerta formativa del Campus Universitario, ha presentato il progetto in itinere della Cittadella dello Sport che include tra diversi impianti sportivi, anche una pista di atletica leggera con annesse infrastrutture funzionali al suo utilizzo, finalizzate alla candidatura per ospitare eventi di carattere nazionale ed internazionale. Partendo da un excursus esemplificativo sui concetti di costo energetico e rendimento meccanico negli sport di resistenza, il prof Incalza ha esposto analiticamente la relazione fra durata e intensità nell’attivazione del metabolismo lipidico nell’organismo dei campioni, fonte energetica principale nelle attività aerobiche prolungate. A chiusura dei lavori si è aperta una tavola rotonda/dibattito tra gli ospiti e gli studenti di Farmacia e Scienze della Nutrizione.

Martedì, 24 Aprile 2018 07:15

AYOUB IDAM VINCE LA STRACROTONE

Ayoub Idam si aggiudica sull’asfalto di casa la 2ª edizione della Stracrotone, gara su strada di 9,8 km ritornata tra le competizioni podistiche proposte dal calendario Fidal Regionale, grazie all’impegno della società di servizi Hera Hora di Crotone. Il campione italiano in carica sui 3000m allievi, protagonista assoluto della manifestazione disputatasi domenica 15 aprile su un circuito cittadino, ha annichilito gli avversari completando i due giri del percorso con il tempo di 30’37’’. Distianziato di 1 minuto e 23 secondi, il senior pugliese Andrea Petarra dell’Apuliatheltica Brindisi. Al terzo posto Luca Ursano della Cosenza K42 in 32'20’’. Ottima quarta piazza per Alberto Giungato in 32’56. Bene anche Luigi Imbrogno, 7° in classifica assoluta e primo SM50 con il crono di 34’33’’. Massimino Cozza si classifica 30° in 39’27’’.

Crotone

Giungato, Imbrogno e Cozza 

Con la frazione in linea Scilla/Bagnara di 10,4 Km, si è ufficialmente aperto domenica 8 aprile il Campionato Regionale di Corsa su Strada 2018, ospitato all’interno della 2ª edizione dell’evento podistico Costa Viola Run, gara competitiva per tutte le categorie Fidal. La kermesse a tappe dedicata ai master, che quest’anno si articolerà su 12 prove, si concluderà il 21 ottobre a Jonadi (VV), quando saranno assegnati gli scettri di miglior club maschile e femminile di specialità. Oltre 300 gli atleti al via sullo splendido scorcio antistante l’estrema punta della Sicilia, subito impegnati a divincolarsi tra le strettoie di Chianalea per evitare di attardarsi tra i viottoli del borgo storico di Scilla. Raggiunta in gruppo compatto la statale, nel giro di poche centinaia di metri si delineano nettamente le forze in campo. Al comando si schiera un sestetto formato dal siciliano Alessandro Brancato, tesserato per il G.P. Parco Alpi Apuane di Lucca, Antonio Amodeo e Marco Barbuscio dell’Asd Corricastrovillari, Antonio Bruno della Libertas Lamezia, Danilo Ruggero della Milonrunners Crotone ed il giallonero bagnarese doc Alberto Caratozzolo. Più indietro l’SM40 Salvatore Arena della Corricastrovillari ed il senior Antonio Maggisano della Libertas Lamezia. La Cosenza K42, detentrice del titolo maschile, ha schierato tra i runners over 35, tutti coloro in grado di tener testa ai migliori team calabresi. Circoscritta la contesa per l’oro a una mera questione ‘assoluta’, con la vittoria di Brancato in 33’18’’ su Marco Barbuscio e Danilo Ruggiero e con ai piedi del podio l’ottimo 4° posto di Alberto Caratozzolo, che sbriga allo sprint sul rettilineo finale la pratica Amodeo, da segnalare la performance del ‘ragazzino’ SM50 Francesco Turano che oltre a conquistare la corona di categoria alla media di 3’30’’ a km, si piazza anche al 6° posto in graduatoria finale, davanti a Bruno della Libertas Lamezia. A determinare il punteggio da attribuire ad ognuna delle società iscritte in gara, le posizioni conseguite dai singoli atleti nelle diverse categorie d’appartenenza. Per il team del presidente Vecchio, tra gli SM35 il contributo arriva dal 2° posto di Giuseppe Focà, dall’11° di Daniele Percacciuolo e dall’23° di Giovanni Ponti. Il 25° posto di Davide Fabbricatore è utile a guastare i piani agli avversari. Tra gli SM40 Domenico Focà è 3°, Stefano Bruno 9°, Massimo Palermo 12° e Diego Bruno 20°. Più attardati Emanuele Franzese, Alessandro Vitale e Denis Bruno. L’unico atleta schierato tra gli SM45, Massimiliano Caputo, sale con merito sul terzo gradino del podio. Nella SM50, oltre alla leadership di Turano, importantissimo il secondo posto di Luigi Imbrogno (13° in classifica generale). Tra i pari età Max Artuso chiude 12°. Nella SM55 a punti Giovanni Curia e Biagio Lamanna. Giuseppe Tarsitano è 25°. Tra gli SM60 il leader è Salvatore De Cesare (6°). Bene anche Franco Rinaldi e Pasquale Marra. Vincenzo Burreci si impone tra gli SM70, mentre Luigi Covelli si piazza al 4° posto. In gara femminile si migliora Chiara Raffaele, 3ª in classifica generale con il tempo di 43’19’’, un minuto in meno rispetto al crono realizzato durante la scorsa edizione. Vince la gara Ginevra Benedetti dell’Atletica Sciuto di Reggio Calabria, anticipando di gran lunga Francesca Paone dell’Hobby Marathon Catanzaro. Il settore master femminile K42 è stato rappresentato da Emanuela Fiorino (5ª SF40), Stefania De Napoli (6ª SF45), Maria Gabriella Bartoletti (1ª SF55) e Rosetta Strancone (1ª SF65). La prima tappa del CdS Master di Corsa su Strada 2018 decreta in testa alla classifica provvisoria la Libertas Lamezia con 29 punti, seguita dalla Cosenza K42 con 23 punti e dall’Hobby Marathon Catanzaro con 19 punti.

Imbrogno e Chiara Raffaele

Luigi Imbrogno e Chiara Raffaele in due diverse fasi della gara

Giuseppe Focà

Giuseppe Focà secondo in categoria SM35

Gruppo femminile K42

Chiara Raffaele, Emanuela Fiorino, Maria Gabriella Bartoletti e Stefania De Napoli nel dopo gara

Lunedì, 26 Marzo 2018 17:57

K42 AD AGROPOLI, STRAMILANO E VALENCIA

Un fine settimana all’insegna dell’endurance d’asfalto per i mezzofondisti della Cosenza K42. Ventuno i chilometri prescelti dai runners gialloneri come distanza su cui misurarsi lungo lo stivale e non solo. Alla 19ª edizione dell’Agropoli Half Marathon di domenica 25, in venti hanno tagliato il traguardo posto sul lungomare attiguo il parco archeologico di Paestum, decretando con il loro ordine d’arrivo il secondo posto in classifica per team fuori regione, borderline con la vetta. Aldo Carbone, primo atleta bruzio, chiude la distanza in 1h18’32’’. Lo seguono Luigi Imbrogno in 1h20’19’’ e Damiano Spina in 1h21’52’’. Massimiliano Caputo termina in 1h23’51’’, Massimo Palermo in 1h27’25’’. Personal best per Massimino Cozza con 1h29’32’’. Dopo 12 anni abbate il muro dell’ora e trenta Luca Consolo, fissando l'agognato PB in 1h29’50’’. Alla media di 4’17’’ a km, Salvatore De Bernardo (1h30'40'') sfiora l’impresa di migliorarsi ulteriormente, cosa che riesce molto bene a Roberto Caruso, teleguidato dal pacemaker Tonino Posa, capace di stabilire in 1h32’33’’ il suo nuovo miglior tempo sulla distanza. Buon ritorno all’agonismo di Gerardo Greco, bravo a chiudere con l’ottimo crono di 1h33’49’’. Domenico Principato fa 1h35’41’’. Giovanni Curia 1h36’57’’. Non male l’1h37’35’’ di Salvatore Muzzillo. Si riavvicina ai suoi standard Salvatore De Cesare con 1h39’54’’. Arnoldo Bocci chiude in 1h40'50''. Nonostante la white night, Gelsomino Cardellicchio rinnova il suo PB in 1h41’28’’. Biagio Lamanna timbra presente in 1h41’56’’. Vincenzo Burreci è 3° tra gli SM70 in 1h54’50’’. Stoico Giuseppe Tarsitano in 2h07’35’’. In contemporanea qualche chilometro più a nord, alla 43ª edizione della Stramilano, Armando Remorini c’è e taglia un traguardo pesante in 1h22’37’’. Lungo le strade del capoluogo lombardo bene anche Vittorio Iantorno in 1h30’21’’. Si migliora di 1 minuto e 54 secondi Antonio Forte, fermando il cronometro su 1h35’13. Nuovo PB anche per l’Anzianotto Massimiliano Artuso, bravo a chiudere la mezza meneghina in 1h39’03’’. Sabato 24 a Valencia, Alberto Caratozzolo ai nastri di partenza della 24ª competizione mondiale sui 21,097 km, replica il suo PB. Oltre alle squadre nazionali, la kermesse è stata open per migliaia di podisti provenienti da ogni parte del globo. In Spagna il forte atleta bagnarese in 1h15’03’’ impiega lo stesso tempo realizzato un anno fa a Milano, classificandosi in 169° posizione su 12369 atleti giunti al traguardo. Infine in terra calabra le giovanissime vespe guidate dal Direttore Tecnico Maurizio Leone, concludendo a Palmi la stagione country 2018, conquistano il Calabria Cross con la categoria Ragazze e Cadette. Da segnalare la vittoria di Giacomo Marotta in gara Allievi.

Massimiliano Caputo in gara con il pettorale 110

Massimiliano Caputo in gara ad Agropoli 

Luigi Imbrogno termina le sue fatiche sul lungomnare di Agropoli

Luigi Imbrogno chiude in 1h20' 

Damiano Spina al traguardo di Agropoli

Damiano Spina al traguardo 

Con il petorale 109 Luca Consolo abbatte ad Agropoli il muro dellora e trenta

E' PB per Luca Consolo con il pettorale 109 

Ad Agropoli Tonino Posa accompagna al PB Roberto Caruso

Tonino Posa guida fino in fondo Roberto Caruso

Mercoledì, 21 Marzo 2018 17:20

CONCLUSA A CETRARO LA STAGIONE DEI CROSS

Si chiude con un terzo posto la stagione delle corse campestri per l’Asd Cosenza K42, impegnata domenica scorsa a Cetraro (CS) nella 6ª edizione del San Michele Cross Country, competizione regionale master per club e valevole anche per l’assegnazione dei titoli individuali. Tra le batterie dei 6km, comprensive le categorie dalla SM35 alla SM55, conferma l’ottimo stato di forma l'over 50 Francesco Turano, impostosi di netto su Vincenzo Mollica della Running Bagnara e sul compagno di squadra Luigi Imbrogno, 3° al traguardo sugli ordinati prati inglesi del locale Golf Club. Nella stessa categoria bravi Antonio Posa (6° posto) e Salvatore Muzzillo (11° posto), in netta crescita. Tra gli SM35 in evidenza Damiano Spina con il suo utilissimo 5° posto. In categoria SM40 producono punti ai fini della classifica di società Piero Conforti, Stefano Bruno e Massimo Palermo. Tra gli SM45 strategici Massimiliano Caputo e Pietro Porco. La SM55 è controllata da Giovanni Curia (5° posto). Sulla distanza dei 4km Benedetto Andreoli vince la SM70 davanti al compagno Vincenzo Burreci. Tra gli SM60 ritorna competitivo Amedeo De Marco, 2° dietro Giancarlo Bernardi della Libertas Lamezia, mentre ruggisce in rimonta Salvatore De Cesare, segnale confortante in proiezione futura visto il suo fresco ingresso in categoria. Pasquale Marra chiude al 14° posto. Lo scudetto regionale maschile 2018 va alla Libertas Lamezia. Quello femminile all’Hobby Marathon Catanzaro.

Turano Posa Imbrogno

Turano, Posa e Imbrogno impegnati sui prati di Cetraro 

Giovanni Curia

Giovanni Curia in gara in batteria SM55

Lunedì, 12 Marzo 2018 16:24

CONFERME E PERSONAL BEST ALLA ROMAOSTIA

Un weekend in chiaroscuro per il team di atletica leggera K42. Il preannunciato impegno di Gubbio, in programma per competere a titolo individuale agli italiani assoluti e juniores di cross, non ha sortito i risultati sperati causa la non partecipazione del top runner cosentino Andrea Pranno, rimasto a casa febbricitante, e all’imprevisto ritiro a metà gara del talentuoso Ayoub Idam, impegnato nella prova degli 8 km con i pari età. Decisamente più confortanti i riscontri giunti in città dalla Capitale, riguardanti le performance prodotte dalla spedizione giallonera alla 44ª edizione della Huawei RomaOstia Half Marathon, vinta dopo 21 anni da un’atleta non africano, lo statunitense Galen Rupp, in 59’47’’. Ben tre dei 13 atleti bruzi in gara hanno tagliato il traguardo in un ora e 24 minuti. Il cetrarese Massimo Palermo, dopo il lungo infortunio muscolare, passa facile ai 10km in 39’ chiudendo i 21,097km in 1h24’16’’. Si migliorano sulla distanza sia l’SM40 Mariano Gaudiello (1h24’31’’) che l’SM35 Daniele Percacciuolo (1h24’52’’). Lima qualche secondo sul suo miglior tempo anche Salvatore De Bernardo, all’arrivo sul lungomare di Ostia con il crono di 1h29’37’’. Passa dall’arrotino in corsa anche Luca Consolo per affinare l’1h31’14’’ di Agropoli dello scorso anno, migliorandolo in 1h31’10’’. Gira sui 4’25’’ a km Massimino Cozza, media che non gli consente di scendere sotto il muro dell’ora e trenta, timbrando presente dopo 1h33’06’’. Si migliora ancora Antonio Forte, bravo a chiudere in 1h34’21’’. Roberto Caruso cala nella seconda parte di gara e termina in 1h38’22’’. Notevole il progresso di Gelsomino Cardellicchio che si migliora di quasi tre minuti, chiudendo a passo costante in 1h42’57’’. L’esperto Biagio Lamanna fa un ‘lunghissimo’ in 1h44’55’’, così come Salvatore De Cesare gira largo dal suo pb oltrepassando la linea d’arrivo in 1h46’01’’. Non regge la tenuta a Salvatore Muzzillo, giornata no che vale solo l’orgoglio dei colori sociali portati fino in fondo in 1h46’28’’. Gli allenamenti in giro per il globo valgono il nuovo personale a Gianluigi Nigro, lesto a ridurre il tempo di percorrenza di ben 5 minuti, 2h06’11’’ il suo nuovo miglior crono. Da registrare il ritiro dell’alfiere giallonero Aldo Carbone.

Gialloneri a Roma

Foto di gruppo prima della partenza