Redazione

Redazione

Mercoledì, 06 Novembre 2013 12:43

COSENZA K42 A NEW YORK

Runners gialloneri alla 43^ New York City Marathon. Corrado Conforti completa la sua prima maratona in 3h58’50’’ fra flussi di braccia tese in cerca del batti cinque con passaggi intermedi secondo i piani fino al 32Km, quando il “muro” si manifesta sotto forma di contrazioni muscolari che fa stringere i denti sino al traguardo. Alessandra Zini, compie i suoi 42.195 metri nella grande mela in un più disteso 5h04’07’’. Sulla costa opposta dell’Atlantico, Antonio Cosma completa la 10° edizione della maratona di Porto con il tempo di 3h46’33’’. In Portogallo, l’atleta originario di Cittanova (Rc) nonostante una fastidiosa infiammazione rotulea, migliora di oltre dieci minuti la sua performance sulla distanza. Sempre domenica mattina, ma con differenze da fuso orario, a Reggio Calabria si sono svolti i campionati regionali di mezza maratona valevoli per l’assegnazione dei titoli individuali assoluti e master. Discreto il bottino conquistato dal club podistico Cosenza K42 con tre titoli, un argento e un bronzo. Balduino Scarfone, primo della pattuglia giallonera a tagliare il traguardo sul lungomare Falcomatà, con il tempo di 1h14’48’’ si classifica settimo in graduatoria generale e 5° nella categoria di appartenenza. Paolo Audia con 1h16’37’’ si aggiudica il titolo M35, Luigi Imbrogno con 1h18’56’’ il titolo M45 e Benedetto Andreoli in 1h27’18’’ la categoria M65. Buoni nel complesso i riscontri cronometrici fatti registrare dal resto della squadra del DG Ciccio Misasi. Giovanni Cataldi chiude con 1h20’51’’ classificandosi 5° nella categoria TM, Daniele Facciolo (1h22’03’’) è 10° tra gli assoluti. Stefano Bruno si aggiudica il terzo gradino del podio nella categoria M35 con 1h22’13’’ mentre Fabrizio Cerzosimo, alla ricerca della migliore forma in vista dell’imminente maratona di Torino, si classifica 8° nella categoria M35 con il tempo di 1h25’28’’. Giovanni Curia si conferma su i suoi soliti standard con 1h25’59’’, conquistando l’argento nella categoria M50. Buono il rientro, dopo un lungo stop, di Massimo Palermo che con 1h26’20’’ si avvicina a ritmi a lui più consoni. Piero Conforti va forte e conclude la prova in 1h27’57’’. Alessandro Cecere gira su 1h33’05’’ seguito da Salvatore Luciani con 1h33’14’’. Non dispiace l’1h34’22’’ di Saverio Cantelice, mentre sorprende positivamente Luigi Talerico, in continua crescita con 1h35’17’’. Domenico Principato, reggino doc, timbra il cartellino a 1h40’51’’. Cosimo Raho chiude in 1h43’34’’ e Lucio Luciani fa il suo rientro con 1h51’13’’.

Martedì, 05 Novembre 2013 12:00

K42 ALLA CORSA DEI SANTI E IN GARFAGNANA

La 6^ Corsa dei Santi, classica gara nel centro storico di Roma il giorno di Ognisanti di 10,5Km e la 9^ Stracastelnuovo di 7km, disputatasi a Casteluovo di Garfagnana in provincia di Lucca, sono state le due gare nazionali partecipate dagli atleti gialloneri venerdì 1 novembre. Tra i 4000 runners partiti da piazza San Pietro anche il cosentino Emanuele Franzese che dopo aver concluso la prova in 44’06’’, riceve insieme agli altri podisti la benedizione di Papa Francesco in occasione dell’Angelus. In Toscana rappresentanza più nutrita con Edo Sanchez, Aldo Carbone e il rumeno Claudiu Gorgan, aggregato da tempo alla scuderia “Leone”. I keniani impongono come da pronostico la loro legge con la vittoria di Hosea Kimel (Virtus Lucca) in 22’02” sul connazionale Matthew Rugut (Atletica Futura) secondo in 22’08’’. Su un tracciato tecnico e assai insidioso ricavato tra le viuzze del borgo, combattuta la conquista della terza piazza tra Daniele Del Nista (G.P. Parco Alpi Apuane), Massimo Mei (Atletica Castello) e il calabrese Consolato Costantino (Icaro Reggio C.) artefici di una bella battaglia conclusasi a due chilometri dal termine con la prepotente azione di un Del Nista in grande spolvero capace di agguantare l’ultimo gradino del podio a braccia alzate in 22'52”. Quarto per un solo secondo Mei (22'59”) su Costantino autore di un grande finale. Sesto Marco Baldini (G.P. Parco Alpi Apuane) in 24'08” davanti a Sanchez, settimo in 24'24” e a Gorgan (Cluj Napoca), ottavo in 24'37”. Carbone chiude in nona posizione con il tempo di 25'16”.

Venerdì, 01 Novembre 2013 10:26

MARATONE DI FRANCOFORTE E VENEZIA

L’autunno podistico è per tradizione la stagione delle maratone. Tra gli appuntamenti importanti programmati da tempo, Francoforte e Venezia. In una domenica fredda e piovosa, Paolo e Francesco Audia, Salvatore Granato e Giovanni Talerico prendono parte insieme con altri quindicimila podisti, alla 32^ edizione della Frankfurt Marathon. Tutti centrati gli obiettivi della vigilia. Paolo Audia fissa il nuovo personale in 2h41’16’’, Granato compie l’impresa con 3h02’23’’ migliorandosi di 4’ e 19’’. Esordio per Francesco Audia e Giovanni Talerico che concludono i 42Km tra luci psichedeliche e schermi giganti rispettivamente in 3h42’44’’ e 4h57’03’’. Nota stonata, le divise fuori ordinanza.

Alla 28^ Venice Marathon, altro risultato soddisfacente per gli atleti del club bruzio, con il nuovo personale sulla distanza fatto registrare da Biagio Lamanna capace di fermare il cronometro su 3h31’33’’. Sofferta ma meritevole di plauso la prova di Salvatore De Cesare, in non perfette condizioni fisiche, bravo a finire in 3h56’42’’.

La mezza maratona di Cremona disputatasi domenica 20 ottobre, prova valevole come campionato italiano Assoluti individuale e di società, ratifica il runner cosentino Aldo Carbone mezzofondista di razza. L’atleta bruzio, nonostante le noie fisiche affiorate a fine preparazione, ha tuttavia corso in perfetta media con la tabella di marcia per oltre 15Km per poi concludere l’ultimo tratto in sofferenza riuscendo perfino a realizzare la sua seconda miglior prestazione di sempre sulla distanza fermando il cronometro su 1h13’24’’. Un finale di stagione in evidente crescita tecnica che colloca l’ex portiere del Cosenza calcio tra i più quotati podisti del meridione. L’altro cosentino in gara allenato dal Coach Leone, Andrea Pranno, fissa il suo nuovo personale in 1h06’54’’. Proseguono le mezze maratone con atleti del team del presidente Biondi protagonisti. A Salerno ottima gara di Balduino Scarfone che si posiziona al 4^ posto assoluto in classifica generale con 1h16’34’’, vicino al suo miglior tempo che manca per soli 23’’. Buone le prove di Facciolo (1h26’56’’) e di Raimondo (1h29’41’’).

Martedì, 08 Ottobre 2013 09:59

GAGLIARDI AD UN PASSO DAL SUCCESSO

Il rientro di Giuseppe Gagliardi dopo un lungo stop, si era rivisto quest’estate al “Misasi”, è di quelli che lasciano il segno. Il testa a testa avvincente fino al traguardo con il crotonese Danilo Ruggero (Atletica Recanati), riconsegna al club bruzio un atleta di sicuro affidamento per il futuro, rinfrancando il Dg Misasi e il Tecnico Leone, già a lavoro per “puntellare” la squadra, in proiezione stagione 2014. La gara, giunta alla sua sesta edizione e riformulata per il solo territorio di Cosenza, ha vissuto i suoi momenti salienti all’ultimo dei tre giri previsti con Gagliardi in recupero su Ruggero e Arena, anch’egli tesserato Atletica Recanati, che sul tratto in salita di viale Giacomo Mancini si riaggancia e in progressione li supera creando un buco di 50 metri tra se e la coppia della società marchigiana. A 250 metri dall’arrivo cambia decisamente ritmo Ruggero, recuperando a lunghe falcate il gap dal battistrada anticipando, appena prima dell’attraversamento sotto dell’arco gonfiabile, l’atleta in canotta gialla di un solo secondo. Di tutto rispetto il tempo di 1h12’45’’ fatto registrare del vincitore. Terzo Salvatore Arena in 1h13’22. Al quarto posto Giuseppe Curcio dell’Hobby Marathon Catanzaro con 1h16’58’’. Dopo il giovane lametino tesserato Violetta Club, Stefano Sestito, quinto in 1h17’06’’, altri tre atleti in giallonero in evidenza. Luigi Imbrogno (1h18’02’’); Armando Remorini (1h18’44’’) e Massimo Mazzotta (1h19’07’’). Buona prova anche per Giovanni Cataldi (1h21’15’’). Il titolo regionale Master a squadre è stato vinto dalla K42 per pochi punti sulla società catanzarese Hobby Marathon. Terza la Libertas Lamezia. 

Giovedì, 03 Ottobre 2013 16:15

K42 PRESENTE A BERLINO E LUGANO

Ultima domenica di settembre dedicata alle lunghe distanze made in Europe. Alla 40° edizione della Berlin Marathon, la più veloce al mondo, tra i 41.000 partecipanti assiepati sulla linea di partenza lungo la porta di Brandeburgo, anche le canotte giallonere di Antonio Carvelli e Alfredo Argirò. Prima parte di gara ok per i due crotonesi con passaggi al 10 mila rispettivamente in 40’15’’ e 44’48’’, in linea con quanto programmato. Alla mezza passano in 1h25’03’’ (media 4’02’’) e 1h34’30’’ (media 4’28’’). Dal 35Km in poi, cala il ritmo Argirò terminando la sua prima maratona con un rispettabile 3h16’18’’. Anche Carvelli avverte il “muro” dei 35Km nelle gambe mancando per poco il suo personale, concludendo la distanza in 2h53’22’’. Tra le verdi colline della Svizzera Italiana, Antonio Cosma corre i 30 chilometri della StraLugano, gara con “ritiro non ammesso” per aiutare le persone affette da sclerosi multipla, in 2h26’31’’. Weekend in pista a Cosenza per i Campionati Regionale Allievi aperti a tutte le categorie. Sulla distanza dei 3000m podio a completo appannaggio di K42 con Leonardo Selvaggi (9’22’’) in anticipo sul compagno di squadra Sanchez (9’23’’). Terzo Scarfone (9’27’’). Facciolo (10’18’’) è quarto e Sammarco (12’12’’) settimo. Sui 1500m si replica lo stesso podio. Buone le prove di Ragusa ed Esposito. Sugli 800m riscatto di Terranova che affronta bene il doppio giro chiudendo in 2’19’’. Giovanni Cataldi preferisce invece la pista di Brindisi per provare i 5000m. Un Marinello in forma alla 13° “Caracciolo Gold Run” percorre in 47’55’’ i dieci chilometri di gara sulle strade della sua Napoli.

Martedì, 24 Settembre 2013 22:46

LIBRANDI E REMORINI VOLANO A MILANO

Domenica da mono distanza per le canotte giallonere lungo le strade dello stivale. A Milano in occasione della 2° edizione della Innovation Running, gara con spese a totale carico di un pool di aziende del settore dell’alta tecnologia da cui il nome Innovation, Armando Remorini e Osvaldo Librandi corrono la 10 Km competitiva Fidal in 36’34’’ e 36’54’’, conquistando rispettivamente la 4° e 6° posizione di categoria. A Molfetta (BA) ai societari assoluti di 10 Km su strada, Aldo Carbone si difende bene chiudendo con un ottimo 32’37’’. Alla Falde del Vesuvio, gara di pari distanza lungo le strade di San Giuseppe Vesuviano (NA), Angelo Marinello termina la prova con un crono di 46’34’’.

 

Venerdì, 20 Settembre 2013 17:57

PREMIATI GLI ATLETI K42

Si è svolta giovedì 19 settembre presso la sede del Coni di Cosenza, la manifestazione di consegna premi agli atleti K42 che hanno preso parte alle tre prove nazionali Master valevoli ai fini della determinazione della classifica finale del “Grand Prix No Stadia” 2013. Un risultato storico quello conseguito dal club bruzio, che proietta le canotte giallonere nell’elite del podismo nazionale, movimento che annovera oltre 300 società in tutta Italia. In un contesto che ha assunto negli ultimi anni un alto valore tecnico, in particolar modo nelle categorie “giovani” M35 e M40, dove i ritmi di corsa si avvicinano di molto a quelli Assoluti. Un terzo posto, dietro la corazzata Cambiaso Risso di Genova e la Pedone Bisceglie, che vale il riconoscimento ufficiale da parte della Fidal di Roma attraverso l’elargizione di un contributo. Presenti il Delegato del Coni, Pino Abate e l’Assessore Provinciale allo Sport, Pietro Lecce per rendere merito alla squadra e alla dirigenza dell’ottimo lavoro svolto.

Continuano nel frattempo le partecipazioni dei runners cosentini alle gare presenti nei calendari federali. Alla mezza maratona di Monza, Fabrizio Cerzosimo testa la tenuta in vista della maratona di Torino e chiude con il tempo di 1h28’’. Bene Luca Consolo che migliora il personale sulla distanza con un pregevole 1h33’’. Alla XXVI edizione dalla Stramaxima, gara di 10,2Km, Balduino Scarfone giunge al traguardo in 13° posizione su 1546 atleti arrivati. Presenti alla gara di domenica scorsa a Casamassima (BA), anche Giovanni Cataldi e Daniele Facciolo. Sabato ai Campionati Regionali su pista svoltisi a Reggio Calabria, Giuseppe Terranova sbaglia la partenza negli 800m categoria Juniores e conclude in 4° posizione. Va decisamente meglio Edo Sanchez nei 5000m che fa gara a se e conquista il titolo regionale categoria Assoluti.

Mercoledì, 04 Settembre 2013 12:25

K42 E IL PODISMO ORGANIZZATO CHE APPASSIONA

 Il racconto a flash della trasferta di Feltre (BL)

La distanza che separa il campo scuola da Feltre (BL), sede prescelta dalla FIDAL per far svolgere i campionati italiani master di dieci chilometri, è siderale. Organizzare la trasferta per raggiungere la località bellunese, impensierisce ma non scoraggia i dirigenti gialloneri. A una prima analisi emergono però non pochi intralci. Se ne discute insieme ai delegati di San Giovanni in Fiore e Acquappesa. Il Direttivo delibera le modalità e delega per una pianificazione completa. La rete dei contatti s’intreccia. Si valutano i costi. Il responsabile delle relazioni esterne cerca sostegno dagli sponsor. Qualcuno nicchia. Qualcun altro si nega. Gli incontri s’infittiscono. Va bene così anzi no, meglio il rientro in aereo. Da un luogo di vacanza arriva l’ok contabile. Partono bonifici, anche personali. Ora ci siamo. S’inviano le e-mail con il programma viaggio. Il ritrovo per tutti è a Lamezia, rotta Venezia. Si atterra in orario. Un’ora abbondante di strade provinciali in pullman e si giunge a destinazione. È l’una e mezza di notte quando l’addetta alla reception accoglie a luci soffuse la comitiva. Odori stantii da collegio salesiano fanno da presagio a presunti disagi. Spartane le stanze ma nessun commento. Già avvertiti. Di primo mattino il capogruppo ispeziona la zona in cui ci si trova mentre man mano i tragitti varcati mutano in percorso di gara. Dopo le otto, i primi risvegli. Asciugamano alle spalle, disciplinati in fila ai bagni. Colazione al bar con strudel nostrano. Un perlustrare curioso accostati l’un l’altro mono abbigliati, attrae lo sguardo dei residenti di prima levata. Marinello e Signora, diversamente alloggiati, si associano in corsa. A pranzo si uniscono Librandi e Remorini. Abbracci e pacche per poi disquisire su come allenarsi. All’ora fissata adunata pre gara. Leone sprona chi corre per primo. Anche Valdrighi dalla Toscana a dar manforte tra gli over 50. Lungo il percorso, postazioni da vedette consentono di annotare distacchi da divulgare al passaggio dei propri compagni. Granato va bene. Pure Curia e Pastura. Non si scompone tra gli M60 Imbroinise. Andreoli in rimonta perde l’aggancio al secondo sul filo di lana. Peccato. Le classifiche affisse dettate al DG per un rapido esame. Niente male. Seconda manche, incalza la tensione. Leone è nella gabbia dei 40, troppo dietro per un big. Si parte e davanti si corre a ritmi da 3’05’’ a Km. A metà gara si sgrana il gruppo di testa. Leone in abbondante vantaggio, gestisce il finale e conquista il titolo italiano di categoria. Audia, Esposito e Remorini blindano punti tra i 35. Imbrogno è un treno. Mazzotta caparbio completa il lavoro d’equipe. Ragusa e Posa sottraggono punti agli avversari. L’esordio di Caputo è convincente. Librandi molla nel finale. Lunghe attese per l’esito a squadre. Al telefono in tanti chiedono com’è andata. Da Cosenza raduni plurifamiliari seguono in diretta streaming. A tarda sera il verdetto. Quarti su 126 società presenti. Magnifico. Si fa festa barattando cauzioni chip con brocche di birra. Qualcuno rientra malconcio. Il giorno dopo c’è chi corricchia, chi cerca il suo nome nelle cronache sportive dei quotidiani. A mezzogiorno in refettorio vitto frugale prima del pullman diretto a Bologna. È presto e si bivacca in area check-in. Si atterra col buio e ci si separa. La città vuota facilita giri di riconsegna casa per casa. Finalmente ognuno dimora tra i propri affetti e soddisfatto, spegne la luce. L’impresa è compiuta.

 

Lunedì, 02 Settembre 2013 16:37

LEONE FA TRIPLETE A FELTRE

E sono tre. Dopo il cross di Monza e la mezza maratona di Ostuni, Maurizio Leone si conferma leader in Italia nella categoria M40 anche sulla distanza dei 10 chilometri. La 25° edizione del Giro delle Mura di Feltre (BL), valevole per l’assegnazione dei titoli nazionali master di categoria e di società, consente al club podistico bruzio di fregiarsi inoltre di un bronzo nella categoria M65 con Benedetto Andreoli e di un quarto posto nella classifica a squadre. Un risultato molto positivo, se si considera il parterre dei concorrenti, che appaga la dirigenza giallo nera in attesa dell’ufficializzazione da parte della Federazione della classifica finale delle società top ten dell’anno.