Redazione

Redazione

Martedì, 05 Febbraio 2013 21:30

K42 E GRUPPO PODISTICO ALPI APUANE GEMELLATE

 

In occasione del cross del Salento di Ugento di domenica 27 gennaio, la k42 ha sancito un “gemellaggio” con la società “Gruppo Podistico Alpi Apuane“. Il presidente Graziano Poli e il direttore generale della K42, Ciccio Misasi, hanno condiviso scopi e obiettivi dei due gruppi sportivi, nati nello stesso anno, che porterà le società a collaborare nell’organizzazione di manifestazioni sportive e nel promuovere la partecipazione congiunta di atleti alle competizioni che si terranno in Calabria e Toscana. Punto di incontro delle due società è stata la recente acquisizione del gruppo podistico Alpi Apuane dell’atleta Cosentino Andrea Pranno allenato da Maurizio Leone. “Questo gemellaggio e tutte le iniziative che ne scaturiranno, va nella direzione di dare visibilità alla K42 anche in campo Nazionale” ha commentato con entusiasmo Ciccio Misasi. Il “Gruppo Podistico Alpi Apuane” è una società che conta circa 100 atleti e ha sede in provincia di Lucca. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito: www.gpparcoalpiapuane.it

Mercoledì, 30 Gennaio 2013 21:30

K42 AL CROSS DI UGENTO

Exploit del podismo cosentino alla 9° edizione del Cross del Salento disputatosi domenica 27 gennaio a Torre San Giovanni di Ugento (LE). La spedizione K42, alla terza partecipazione consecutiva, formata da Audia, Carbone, Facciolo, Imbrogno, Leone e Scarfone ed impreziosita quest’anno dalla presenza dell’azzurro Andrea Pranno e del sempre verde Amedeo De Marco, entrambi cosentini ma tesserati per altri club, ha di fatto dominato la corsa se si esclude Giammarco Buttazzo, corridore professionista del C.S. Esercito. Alla gara, valevole anche come prova per l’assegnazione del titolo regionale individuale e di società, hanno aderito più di 700 podisti suddivisi per categorie Giovanili, Assoluti e Master. Su un terreno allentato dagli acquazzoni della vigilia e pervaso dall’aria tagliente di levante, alle 11 in punto prende il via l’ultima manche in programma con gli atleti big a contendersi lo scettro del vincitore. Partenza a mille alla conquista delle migliori posizioni prima del restringimento che introduce sul percorso vero e proprio con Buttazzo, Pranno e Leone a far da apri pista davanti ad Audia, Gadaleta, Pazienza e Scarfone. A metà del primo giro il gruppo di testa allarga le maglie per iniziativa di Buttazzo che conquista metri sulla corsa ampia di Pranno e su Leone dedito al controllo di una posizione da podio. Al secondo passaggio le equidistanze tra i primi si dilatano a tal punto che ognuno farà gara a se fino alla fine. Più avvincenti le dinamiche in retrovia. Carbone lotta da par suo per difendere una prestigiosa quarta posizione insidiata dal barese Sabino Gadaleta e dai compagni di squadra Scarfone, caduto al secondo giro, e Paolo Audia. Vince Giammarco Buttazzo in 18’41’’, record del circuito, davanti ad Andrea Pranno (G.P. Parco Alpi Apuane) che chiude i 6 chilometri in 19’06’’. Terzo a 57’’ Maurizio Leone (Cosenza K42). Quarto Aldo Carbone (Cosenza K42) in 20’17’’ anticipa Sabino Gadaleta dell’Atletica Bisceglie e Balduino Scarfone (Cosenza K42). Settimo giunge Arcangelo Pazienza del Bitonto Runners, a 8’’ da Giuseppe Miglietti (Atletica Bisceglie) e a 14’’ da Paolo Audia (Cosenza K42). A metà gruppo le altre due canotte giallo nere in gara, Daniele Facciolo e Francesco Imbrogno. Ottima prova anche per il veterano Amedeo De Marco (Hobby Marathon Cz) che vince la categoria M55 con il tempo di 22’16’’.

Mercoledì, 16 Gennaio 2013 19:03

K42 PREMIATA AL GRAN GALA' DELLO SPORT

 

Lunedì 14 gennaio. Si è svolta presso l’auditorium A.Guarasci del liceo Telesio di Piazza XV Marzo a Cosenza, la cerimonia annuale di premiazione denominata “Gran Galà dello Sport” a cura del Comitato Provinciale del Coni. Assegnati premi e riconoscimenti ad atleti, dirigenti e società della provincia cosentina che si sono particolarmente distinti in ambito nazionale e internazionale nel corso dell’anno appena trascorso. Alla presenza di Autorità istituzionali e sportive, al Presidente dell’Asd Cosenza K42, dr Vincenzo Mario Biondi e al Capitano e Tecnico Maurizio Leone, è stata consegnata la Targa del Coni con un Attestato a titolo di riconoscimento per i risultati conseguiti nella stagione sportiva 2012. A fine manifestazione ampio compiacimento per tutto lo Staff del Club podistico bruzio che messo alle spalle un anno ricco di soddisfazioni, è già proiettato con intransigente alacrità a pianificare le attività del 2013.

Giovedì, 03 Gennaio 2013 21:21

FACCIOLO E SCARFONE ALLA WE RUN ROME

Anche se l’attività di squadra si è conclusa due settimane fa a Pisa, le iniziative dei singoli atleti K42 non si fermano neanche l’ultimo dì dell’anno. A Roma il giorno di San Silvestro, Balduino Scarfone e Daniele Facciolo chiudono una stagione ricca di soddisfazioni per entrambi alla “We Run Rome”. L’evento Nike, corsa su strada di dieci chilometri con percorso interamente ricavato nel cuore della Capitale, ha coinvolto oltre 4000 partecipanti tra gara competitiva e non. Dalla partenza posta di prima mattina nelle vicinanze delle Terme di Caracalla, si è poi attraversato il centro della città passando per via del Corso, via Vittorio Veneto, piazza del Quirinale e il Colosseo. La gara è stata vinta dall’azzurro Daniele Meucci (GS Esercito) con il crono di 28’45’’ davanti al keniano Nicholas Togom (28’51’’) staccatosi intorno all’ottavo chilometro. Terzo il neo Campione Europeo di Cross Andrea Lalli. I due runners bruzi, con i colori giallo nero solo nel cuore, visto l’obbligo posto dagli organizzatori a indossare esclusivamente t-shirt dell’evento, si sono distinti su un tracciato non affatto semplice e con diversi dislivelli. Scarfone, ormai punta di forza del team K42, ha chiuso la sua gara in 34’03’’ alla media di 3’24’’ a Km classificandosi 37° assoluto e conquistando il secondo gradino del podio nella categoria Amatori. Altro risultato egregio è arrivato da Daniele Facciolo, 91° in graduatoria assoluta e 13° di categoria con un crono di 37’23’’. La media di 3’44’’ a Km ottenuta dal vibonese Facciolo su un percorso arduo, consegna al tecnico Leone un altro atleta di sicuro affidamento per la stagione 2013.

Sabato, 29 Dicembre 2012 17:41

ASSEMBLEA DI FINE ANNO 2012

Cosenza 28 dicembre 2012. Si è tenuta nei locali del CONI di Cosenza la relazione di fine anno della società Cosenza K42. L’introduzione è stata affidata al presidente Dott. Biondi che ha sottolineato come il 2012 sia stato un anno di crescita e maturazione per la società. Crescita sia in termini numerici (con ben 115 iscritti) che di risultati grazie alla partecipazione a manifestazioni in tutte le parti del mondo. Il presidente ha voluto ringraziare tutti i tesserati che con grande spirito di abnegazione hanno affrontato trasferte impegnative per lontananza geografica mostrando un grande attaccamento ai colori sociali.

Al Direttore generale Ciccio Misasi il compito di tracciare il bilancio sulla stagione agonistica appena conclusa. In particolare il DG ha elencato tutti i dati relativi alle partecipazioni degli atleti K42 a manifestazioni Italiane ed internazionali. Spiccano naturalmente le affermazioni del fuoriclasse Maurizio Leone: campione Italiano di mezza maratona, titolo conquistato in Aprile a Salerno e che è stato coronato dalle due brillanti terze posizioni ai campionati Italiani di Cross e 10 Km. Nella categoria M65 Benedetto Andreoli ha conquistato il titolo di Vice Campione d'Italia sui 10 Km e si è classificato al 3° posto al cross.

Nel dettaglio la sintesi delle partecipazioni di atleti della nostra società:

Partecipazione ai 3 campionati Italiani

  • Cross - Polpenazze del Garda
  • Mezza Maratona - Salerno
  • 10 km - Potenza Piceno

Nella classifica generale Nazionale a squadre Cosenza K42 si è classificata 5° in campo maschile e 14° in campo femminile.

Partecipazione a ben 35 manifestazioni in regione. Mentre fuori dalla Calabria, gli atleti K42 sono stati presenti in:

  • 10 mezze maratone
  • 6 maratone
  • 11 tra corse su strada e cross

Partecipazione all’estero, con presenze a maratone e mezze maratone di: Dublino, Amsterdam, Boston, Atene.

Partecipazione a 2 manifestazioni di solidarietà (a favore di Alessandra Donato e Stefano Medaglia)

Organizzazione diretta di 2 manifestazioni: Corrinfiore e Corsa dei Laghi

Vanno infine sottolineati i buoni piazzamenti di

  • Rossella De Rose: 9° italiana classificata alla Roma-Ostia (3° posto di categoria); 10° classificata alla Maratona di Venezia
  • Aldo Carbone 5° assoluto alla mezza maratona di Pisa
  • Paolo Audia (Campione d'Italia del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco)
  • Balduino Scarfone, Massimo Mazzotta che hanno ottenuto ottimi tempi in diverse manifestazioni

A Maurizio Leone, responsabile tecnico della K42, il compito di sintetizzare gli aspetti tecnici della stagione. Il campione Cosentino ha inoltre illustrato gli obiettivi per il 2013 della società che avranno ancora una volta il culmine con i campionati Italiani i cui appuntamenti sono fissati:

  • Cross a Monza 3 marzo
  • Mezza Maratona a Genova 21 aprile (da confermare)
  • 10KM a Feltre 31 agosto.

Maurizio ha inoltre parlato dell’importante programma della società nell’ambito dell’attività giovanile le cui attività avranno inizio nel nuovo anno e che costituiranno l’elemento determinante per la crescita della società nei prossimi anni.

A Renzo Sicoli, responsabile economico, è toccato il compito di illustrare il bilancio consuntivo del 2012. Bilancio che si presenta in buono stato grazie all’attenta gestione del gruppo dirigente e al contributo determinante degli sponsor.

Ha chiuso gli interventi il segretario Giovanni Mondera che ha parlato in particolare della campagna di tesseramento per il 2013, partita proprio nella stessa serata.

Martedì, 18 Dicembre 2012 20:01

CARBONE 5° A PISA

Si è conclusa domenica in toscana la stagione agonistica 2012 dell’Asd Cosenza K42 con la partecipazione alla Pisa City Marathon comprensiva di half. La lunga trasferta affrontata in autobus, ha prodotto risultatati in chiaro scuro per il tecnico Leone che puntava a piazzare un atleta tra le prime dieci posizioni in entrambe le distanze. Le condizioni meteo ideali della mattina propendevano ad un conseguimento di quanto ambito dalla società bruzia. La partenza unica, avvenuta nelle adiacenze di piazza dei miracoli, contava 2300 maratoneti sdoppiatisi poi lungo il percorso per proseguire su tracciati distinti in base alla percorrenza. Ottimo il risultato sulla ventuno con l’enfant prodige Aldo Carbone che conquista un 5° posto assoluto in 1h12’55’’, migliorando di oltre un minuto il suo personale e con Paolo Audia, fresco di record alla maratona di Firenze, giunto 14° in 1h15’33’’. Salvatore Granato lascia il segno, prima di passare di categoria, con 1h23’39’’ (record personale) davanti al crotonese Antonio Carvelli (1h24’05’’) sottotono nella parte finale della gara. Benedetto Andreoli si conferma leader nella categoria d’appartenenza aggiudicandosela, ma senza premiazione, in 1h28’’ netti. Altro record della giornata va a Giovanni Rega con un crono di 1h30’10’’ e che anticipa sul traguardo Carmelo Pastura (1h30’36’’). L’assessore podista Carmine Vizza si difende bene, nonostante gli impegni istituzionali non gli consentano allenamenti accurati, con un onorevole 1h33’23’’. Salvatore De Bernardo rinvia ancora l’appuntamento per scendere sotto l’ora e trenta, mentre si rivela in crescita il sangiovannese Francesco Audia che fa registrare un notevole passo in avanti con il suo 1h38’58’’. Giovanni Talerico (ennesimo record 1h47’42’’) non è più una sorpresa e si conferma pedina fondamentale per il club del presidente Biondi. Miglioramenti consistenti anche per Pino Tarsitano (1h48’57’’) ed il generoso Pino Cherubino (1h50’36’’). Esordio per Giovanni Mancina che entra in sordina nel gruppo con 2h02’53’’. Gettone di presenza per Pasquale Marra, Pietro Pizzuti e Francesco Rinaldi mentre Denis Bruno, Saverio Candelice e Domenico Principato deludono le aspettative della vigilia con prove incolore. Sulla 42 chilometri ci si attendeva un risultato di prestigio di Rossella De Rose, maratoneta emergente di livello nazionale che, però al dodicesimo si ritira per noie muscolari. Evidentemente la top runner della K42 ha da smaltire ancora le fatiche di Venezia. Sul versante maschile Massimo Mazzotta corre forte, ma arriva con i crampi al traguardo. Di assoluto rispetto il suo crono di 2h56’43’’. Sfida nella sfida in casa giallo nera con il duo Attanasio/Cerzosimo che si punzecchiano fino al trentesimo, quando Luca, forte di una struttura fisica più adatta alle lunghe distanze, stacca il compagno di squadra e giunge all’ombra della torre pendente in 3h02’43’’ stabilendo il suo nuovo record sulla distanza. A 45’’ di distacco conclude in affanno la sua prova Cerzosimo. Trasferta positiva anche per Raffaele Biondi che stabilisce il suo miglior tempo in 3h17’34’’. Sfortunata prova invece per il veterano Giovanni Curia (3h24’38’’) che pur dolorante per una caduta avvenuta a metà percorso, conclude stoicamente da par suo la maratona pisana. Esordio positivo per Giuseppe Venzaprone (3h29’36’’) e Corrado Conforti (3h49’02’’). Rosetta Strancone completa in 4h21’05’’ la sua sesta maratona.

Venerdì, 14 Dicembre 2012 00:09

TUTTI A BORDO: DESTINAZIONE PISA

Sabato mattina presto, all’ingresso dell’A3, i maratoneti cosentini della K42 si ritroveranno per affrontare in pullman la lunga trasferta Toscana, dove domenica 16 dicembre si corre la diciassettesima edizione della Pisa City Marathon. Questi gli atleti che parteciperanno alla gara. Maratona: Luca Attanasio, Raffaele Biondi, Fabrizio Cerzosimo, Massimo Mazzotta, Corrado Conforti, Giovanni Curia, Giuseppe Venzaprone, Rosetta Strancone e Rossella De Rose. Mezza maratona: Benedetto Andreoli, Paolo e Francesco Audia, Denis Bruno, Saverio Cantelice, Aldo Carbone, Antonio Carvelli, Giuseppe Cherubino, Giuseppe Cozza, Salvatore De Bernardo, Giovanni Rega, Salvatore Granato, Giovanni Mancina, Carmelo Pastura, Pietro Pizzuti, Pasquale Marra, Francesco Rinaldi, Domenico Principato, Giovanni Talerico, Giuseppe Tarsitano e Carmine Vizza.

Martedì, 27 Novembre 2012 07:38

AUDIA E IMBROGNO BRAVI ALLA FIRENZE MARATHON

Alla 29° edizione della Firenze Marathon, Paolo Audia si colloca finalmente nella fascia valoriale podistica che più gli si addice. Dopo il forzato forfait di New York causa l’uragano Sandy, l’ex pallavolista sangiovannese suggella nella città del giglio una stagione da incorniciare con l’eccellente crono 2h41’50’’, migliorando addirittura di nove minuti e cinquanta secondi il suo precedente record sulla distanza fatto registrare lo scorso anno a Vienna. La gara, dominata dagli etiopi, è partita dal lungarno e non più da piazzale Michelangelo come nelle passate edizioni, incanalando indenni gli 8.323 partecipanti verso “le cascine”, note ai maratoneti solitamente come zona out per le riserve energetiche. Primi chilometri sotto un cielo velato e 11 gradi di temperatura invogliano alla fuga lo svedese di colore Mohammed Mustafa che registra il massimo vantaggio di quaranta secondi al passaggio dei diacimila. La svolta avviene prima del 38° chilometro con i favoriti che si sgranano dal gruppo degli inseguitori e raggiungono Mustafa in chiara difficoltà. Vince per distacco l’etiope Negesse Shumi in 2h09’59 davanti ai connazionali Birhanu Berga (2h10’38’’) e Habtmu Wakeyo (2h10’55’’). Audia, giunto al traguardo con i primi cinquanta, aggiunge pregio alla sua prestazione posizionandosi secondo nella speciale classifica dei Vigili del Fuoco alle spalle del padovano Michele Bedin (2h33’18’’). Ottima prova anche per Francesco Imbrogno che all’esordio sulla distanza fa registrare un 3h08’09’’ degno di nota e funzionale al conseguimento del quinto posto in classifica raggiunto del Comando di Cosenza nella graduatoria finale a squadre dei Campionati Italiani VVFF. Nella gara femminile, vinta dall’etiope Shuru Dulume in 2h30’08’’, da segnalare la partecipazione di Alessandra Zini che chiude i 42 Km in 5h13’.

Martedì, 20 Novembre 2012 21:11

ALDO CARBONE VA FORTE A PONTECAGNANO

Aldo Carbone testa la sua condizione alla StraPontecagnano, gara di dieci chilometri disputatasi alle porte di Salerno su un circuito urbano lineare e scorrevole da percorrere due volte. Cinquecento i runners ai nastri di partenza, hanno dato vita ad una gara tecnicamente valida con diversi atleti africani a contendersi lo scettro del vincitore. Il podista cosentino, allenato da Maurizio Leone, si è aggiudicato l’undicesimo posto assoluto ed il primo di categoria ad un ritmo di 3’15’’ a chilometro. Buon viatico in vista della mezza di Pisa.

Lunedì, 19 Novembre 2012 16:20

A CONTROGUERRA ANDREOLI 1° DI CATEGORIA

Si è svolta domenica scorsa a Controguerra, in provincia di Teramo, la sedicesima edizione della Corsa di San Martino, gara internazionale di quindici chilometri, affrontata dagli atleti cosentini della zona tirrenica come test in proiezione della maratona di Pisa del prossimo 16 dicembre. La gara è stata vinta dal giovane africano Julius Rono in 44’34’’ battendo di 17’’ il primato della corsa stabilito appena un anno fa dall’etiope Kisorio Kimeli. Primo degli italiani il maratoneta azzurro Denis Curzi tesserato per la Compagnia Atleti Carabinieri Bologna autore di un’ottima prestazione giunto quarto al traguardo. Fra i 2600 runners intenti a contendersi le migliori posizioni su e giù per le colline della Val Vibrata, sette gli atleti in giallonero a rappresentare in terra d’Abruzzo la società podistica bruzia. È di Giovanni Curia, con 1h00’46’’, la migliore performance della giornata per gli uomini del DG Ciccio Misasi, seguito a ruota dal nuovo arrivato in casa K42 Giuseppe Venzaprone (1h01’04’’). Benedetto Andreoli si conferma leader di livello nazionale nella sua categoria salendo sul gradino più alto del podio con 1h01’’43’’.  Bene Carmelo Pastura e Raffaele Biondi che concludono la distanza rispettivamente in 1h02’48’’ e 1h04’59’’. Incoraggiante l’1h08’25’’ fatto registrare da Massimo Palermo al rientro dopo un lungo stop. Chiude il gruppo Angelo Marinello (1h12’02’’), interprete puro del podista/cultore incline ad unire l’intramontabile passione per la corsa con il desiderio di scoprire sempre nuovi luoghi. Da segnalare, come corollario alla manifestazione abruzzese, la simpatica “Mangialonga”, passeggiata aperta a tutti di 5 Km caratterizzata da cinque punti ristoro, ciascuno con specialità gastronomiche da degustare tipiche della zona.