Redazione

Redazione

La Cosenza K42 conferma la sua preminenza in Calabria anche ai campionati regionali assoluti per società di corsa campestre, maschili e femminili. Domenica 5 febbraio a San Costantino Calabro, in provincia di Vibo Valentia, la seconda e conclusiva prova sulla distanza dei 10 km, ha consacrato il team del presidente Pino Vecchio, prima società calabrese nella specialità tanto cara al suo tecnico Maurizio Leone. A mettersi in evidenza ancora una volta, il giovanissimo Edoardo Misurelli, decisivo con la sua prova a determinare positivamente la graduatoria finale dei gialloneri. Al via dieci gli atleti schierati alla partenza dal coach dei runners bruzi, con tanto di compito tattico assegnato ad ognuno di loro, considerato l’atteggiamento cauto da tenere in gara visto i sette punti di vantaggio sulla seconda, scaturiti durante la prima manche di Jonadi. Definite le marcature a uomo, gli atleti di Leone restano guardinghi durante i primi chilometri, in attesa delle mosse degli avversari. L’allungo a metà gara di Antonio Amodeo della Corricastrovillari rompe gli indugi ed il cincischiare sul da farsi degli inseguitori, consente all’ex ottocentista castrovillarese un comodo arrivo solitario al traguardo con il tempo di 36’18’’. Edoardo Misurelli in progressione si aggiudica il secondo posto in 36’55’’, anticipando di 29 secondi Davide Pirrone dell’Hobby Marathon Catanzaro, che a sua volta lo aveva battuto tre settimane fa nella prima prova di Jonadi. Il bravo Alberto Giungato ed il febbricitante Alberto Caratozzolo sono gli altri 2 uomini che consentono con il 7° ed 8° posto in classifica generale, di distanziare di altri 5 punti la Corricastrovillari. Aldo Carbone 10° all’arrivo seguito da Francesco Turano 11°, sottraggono posizioni decisive alle società rivali. Ottima la prova di Giuseppe Calabrese, 18° in 40’35’’. Apprezzabili le prove degli altri gialloneri in gara Emanuele Sesti, Andrea Leto, Damiano Spina e Massimiliano Caputo. Nella gara femminile Spyridoula Souma, seconda dietro la peruviana Luz De La Cruz dell’Atletica Sciuto, insieme alla nuova tesserata Chiara Raffaele e ad Elena Adamo, consentono alla K42 di bissare il successo maschile di società con un altro titolo in tinta rosa. Determinanti nel sottrarre spazio alle avversarie le prove di Irene Pascone e Grazia Toma. Tra gli Allievi facile vittoria per il talentuoso Ayoub Idam, primo in 16’44’’ davanti al suo compagno di squadra Simone Biase. Una nuova affermazione di squadra per il club podistico bruzio, impegnato su più fronti e su diverse distanze.  

Primi successi dell’anno per i giovani gialloneri, impegnati domenica scorsa con le gare campestri regionali, valide per l’assegnazione dei titoli societari categorie Esordienti, Ragazzi e Cadetti. Al 2° Cross di Alarico disputatosi a Vadue di Carolei, nella tenuta della Fattoria Didattica della Cooperativa Sociale Arcadinoè, si sono confrontate 12 società provenienti dalle cinque provincie calabresi, con atleti nati dal 2010 fino al 2002. Tra i Cadetti doppio successo per la Cosenza K42, che si aggiudica sia il titolo maschile che quello femminile. Sulla distanza dei 2500 metri, Angelo Servino, Francesco Celestino e Salvatore Molinaro fanno salire la K42 sul gradino più alto del podio, davanti all’Atletica Amica ed all’Asd Zagara di Sant’Ilario. Sui 2000 metri la bravissima Arianna Greco, vincitrice della batteria, insieme ad Asia Dell’Accio portano in dote al team bruzio il titolo femminile prevalendo su Fiamma Catanzaro ed Atletica Rendese. Nella categoria Ragazzi bella vittoria per distacco di Alessandro Pollola, che insieme all’ottavo posto di Antonio Caforio, consegnano l’argento al proprio club. Secondo posto per K42 anche tra le Ragazze, grazie alle buone prove di Lucia Leale, Martina Sconza e Linda Savaia. Tra gli Esordienti i piccoli atleti gialloneri si aggiudicano 3 primi posti ed un bronzo. Sugli 800 metri di sterrato dedicato agli Esordienti A maschili, ottimo il secondo posto di Salvatore Milito. A seguire i compagni di squadra Francesco Tenuta, Salvatore Savaia e Moses Dell’Accio. Sui 500 metri Esordienti B maschili, altro secondo posto per la K42 con l’abilissimo Simone Sconza. Bravissimi anche Giuseppe Bianco, Francesco Greco, Michael Agostino, Matteo Greco, Carlo Scarpelli e Giuseppe D’Elia. Sui 300 metri Esordienti C maschili, 6° posto per Michelangelo Iantorno. Nelle gare femminili sulle medesime distanze, Sara De Vico è seconda nella categoria B seguita dalle compagne Giorgia Meringolo e Sabrina Dodaro. Nella categoria C dominio assoluto delle piccole atlete giallonere con conquista del podio grazie ad Aurora Iezzi, Flora Mariapia Greco e Matilde Vitale.     

    

Presentata sabato sera alla Case Delle Culture, nel cuore del centro storico di Cosenza, la nuova stagione podistica della Cosenza K42. In rappresentanza delle istituzioni sportive, il Presidente Regionale Fidal Ignazio Vita ed il Consigliere del Comitato Nazionale del Coni Giuseppe Abate. A coordinare i lavori, in qualità di collaboratore esterno della K42, l’ex Presidente del Coni Provinciale di Cosenza Vincenzo Perri. Esposti i programmi agonistici per il 2017, da realizzare con il settore giovanile assoluto e master, si è proceduto con la presentazione dei nuovi tesserati. Per il settore assoluti, categoria Allievi, a dar manforte nel corso dell’anno ad Ayoub Idam ed a Martino Colonese, sarà Simone Biase classe 2001, proveniente dall’Atletica Runners Crotone e che porta in dote da cadetto un 2’47’’ sui 1000 metri. Nella categoria Promesse maschili sono tre le new entry, Edoardo Misurelli classe 1997, proveniente dall’Atletica Cosenza, vanta da Junior un 9’02’’ sui 3000 metri e un 33’28’’ sui 10000 metri in pista, Alberto Giungato, classe 1997 e proveniente dall’Atletica Runners Crotone, da Junior ha realizzato un 4’23’’ sui 1500 metri ed infine Andrea Leto classe 1997, proveniente dalla Milon Runners Crotone, 4’43’’ il suo personal best sui 1500 metri. Sono in tre anche i nuovi atleti categoria Senior, Chiara Raffaele classe 1989, proveniente dall’Atletica San Costantino, vanta un 11’35’’ sui 3000 metri e un 20’02’’ sui 5000 metri in pista, Elisa Adamo classe 1994, ritornata all’agonismo dopo avere effettuato tutto il percorso giovanile da esordiente a cadetta a Reggio Calabria e Matteo Aiello classe 1984 al suo primo tesseramento. Nel settore master femminile andranno a rafforzare la categoria SF40 Sabrina Gioberti ed Emanuela Fiorino, entrambe provenienti dal Team Basile di Cetraro. Il miglior tempo sulla distanza dei 21 km, Sabrina Gioberti l’ha realizzato a marzo dello scorso anno a Roma, fermando il cronometro su 1h35’30’’. Emanuela Fiorino vanta un 47’27’’ sui 10 Km su strada. Tra gli uomini passano in giallonero Gianluca Nigro, proveniente dai Bancari Romani e Filippo Giglio triatleta che proverà a cimentarsi sulle lunghe distanze solo con la corsa, ambedue categoria SM35. Tra gli SM40 arriva Giuseppe Lo Re, con un discreto passato giovanile, mentre tra gli SM45 è Pasquale Caprino il volto nuovo. L’SM70 Luigi Covelli tornerà utile certamente ai CdS di cross e strada. Prima della conclusione dei lavori, sono stai assegnati i conferimenti al merito 2016 a coloro, tra tecnici ed atleti, che si sono particolarmente messi in luce lo scorso anno. Tra questi l’ex tesserato K42 Francesco Monti, passato quest’anno all’Atletica Barbas di Reggio Calabria, per avere contribuito con le sue ottime performance, al conseguimento del titolo ragionale di corsa su strada.    

Eccellente esordio in giallonero domenica scorsa al Cross di Jonadi, in provincia di Vibo Valentia, per il nuovo acquisto della Cosenza K42 Edoardo Misurelli. Il giovane atleta classe ’97, al suo primo anno Promesse, ha sorpreso positivamente tutti gli addetti ai lavori per la tenacia con cui ha condotto i non facili dieci chilometri di fango e ortiche, mettendosi in luce su una distanza a lui non proprio congeniale. Oltre al talentuoso mezzofondista rendese, il coach Maurizio Leone ha inserito alla prima delle due prove del Campionato Regionale Assoluti di Società, anche altre due promesse emergenti. Il classe ‘97 Andrea Leto ed il classe ‘98 Alberto Giungato. La nuova linea verde proposta dal direttore tecnico della K42, lancia dal cuore della costa degli dei, un segnale forte al movimento dell’atletica calabrese: la crescita tecnica non può prescindere dai giovani. Nonostante le assenze pesanti in casa giallonera di Arena, Terranova, Pronestì e Scionti, l’apertura stagionale di squadra ha regalato ugualmente un doppio primo posto sia al maschile che al femminile. La gara degli uomini è stata caratterizzata da un susseguirsi di capovolgimenti in testa alla corsa. Alberto Caratozzolo ed Aldo Carbone hanno guidato da veri Capitani il gruppo dei giovani atleti bruzi, non lesinando sforzi pur di rosicchiare posizioni agli avversari, risultando determinanti ai fini della classifica finale. L’outsider Misurelli dopo aver condotto in testa buona parte della gara, chiude in terza posizione con il tempo di 35’20’’, dietro al vincitore Antonio Amodeo della Corricastrovillari ed a Davide Pirrone dell’Hobby Marathon Catanzaro. Caratozzolo si piazza 6° con il crono di 35’58’’ seguito da Carbone, 7° in 36’29’’, nonostante una rovinosa caduta. Ottimo l'apporto arrivato dal crotonese Alberto Giungato, giunto 8° al traguardo in 36’31’’. La prestazione del caterpillar Francesco Turano è risultata preziosissima, bravo a chiudere all’11° posto in 37’04’’. Al 15° posto in 37’33’’, il redivivo Emanuele Sesti. L’altro esordiente in gara, Andrea Leto, si classifica al 18° posto con il tempo di 38’02’’ se pur penalizzato da un forzato rallentamento, causa la perdita di uno scarpino. Stefano Bruno conclude al 22° posto in 39’10’’. A seguire Damiano Spina, Massimiliano Caputo, Piero Conforti, Vittorio Iantorno, Daniele Percacciuolo e Stefano Saetta. Nella prova femminile, Spyridoula Souma primeggia facile, anticipando di 46 secondi la competitor Francesca Paone della Fiamma Atletica Catanzaro. Al terzo posto Valentina Maiolino della Corricastrovillari. Contribuiscono ad inserire in cassaforte il primo posta a squadre, il trio reggino formato da Grazia Toma, 6^ in classifica generale, seguita da Irene Pascone e dalla bravissima ventiduenne Elisa Adamo, anche lei all’esordio. Dodicesimo posto in graduatoria infine per Giada Perticaro. Sulla prova dei 5 km dedicata agli Allievi, Ayoub Idam corre facile e vince senza patemi in 16’17’’. Al terzo posto Simone Biase, altro giovane interessante allenato dal tecnico Scipione Pacenza ed inserito da quest’anno nel rinnovato team giovanile del Club presieduto da Pino Vecchio.

Giovedì, 19 Gennaio 2017 00:00

GIOBERTI E FIORINO IN EVIDENZA A MESSINA

In riva allo stretto sponda siciliana, è marcata la prima gara delle new entry in casa giallonera Sabrina Gioberti ed Emanuela Fiorino, impegnate domenica 15 gennaio sulle strade peloritane in diverse distanze inserite come possibili opzioni nel programma della 9^ edizione della Messina Marathon. Sabrina Gioberti si misura sulla mezza concludendo i 21 km in 1h37’59’’, classificandosi 3^ di categoria e realizzando una delle sue migliori performance sulla distanza. Nove chilometri cinquecentocinquanta metri la misurazione precisa della ShakeSpeareRun, la gara corta in palinsesto scelta da Emanuela Fiorino, che gli regala la leadership tra le pari età con il crono di 47’47’’. Stessa preferenza per Giuseppe Calabrese, che testa la propria condizione con un buon ritmo gara da 3’38’’ a km, giungendo 5° in classifica assoluta e primo di categoria SM50.  

Mercoledì, 18 Gennaio 2017 23:55

LIBRANDI IN GRAN FORMA A CINISELLO BALSAMO

La seconda tappa del circuito Cross per Tutti 2017, il campionato di corsa campestre indetto dalla Fidal Milano, disputatasi domenica mattina al Parco Grugnotorto di Cinisello Balsamo (MI), ha registrato un’altra ottima prestazione di Osvaldo Librandi, classificatosi 18° assoluto e 4° tra gli SM40, concludendo i 6 km del percorso in 19’38’’ alla media di 3’16’’ a km. Nella classifica provvisoria di categoria, Librandi occupa ora la terza posizione con 88 punti.     

Sabato, 07 Gennaio 2017 20:48

AL CAMPACCIO I PRIMI TEST DELL’ANNO

In attesa dell’esordio stagionale di squadra di domenica prossima a Jonadi (VV), rodano fiato e gambe alla 60^ edizione del Campaccio di San Giorgio su Legnano, nell’area metropolitana di Milano, Armando Remorini, Osvaldo Librandi e Giuseppe Calabrese, alla loro prima gara del 2017. Il via della manifestazione nel gelo polare è affidato alla batteria SM40. Parte in testa Osvaldo Librandi che al terzo km passa in 10’59’’. Non cala il ritmo nella parte finale e chiude i 6 Km in perfetta media con il tempo di 22’08’’, classificandosi 11° di categoria. Lievemente più alto il ritmo sostenuto da Armando Remorini, che conclude al 19° posto di categoria in 22’49’’. Tra gli SM50 si distingue Giuseppe Calabrese che in progressione, nonostante i saliscendi, chiude al 6° posto di categorie con l’ottimo crono di 22’19’’. Per la cronaca, solita sinfonia africana nella gara top sulla distanza dei 10 Km, con la vittoria dell’etiope Muktar Edris in 28’54’’. La prova femminile sui 6 Km va alla keniana Hellen Obiri in 18’32’’. Temperature non meno rigide per i dieci chilometri di Angelo Marinello a Castello di Cisterna (NA), al traguardo in 42’25’’.       

Sabato, 31 Dicembre 2016 17:07

AUGURI DI BUON ANNO

Auguri di un felice 2017

Domenica, 25 Dicembre 2016 09:34

Auguri

Il presidente, il consiglio direttivo ed i quadri tecnici dell’Asd Cosenza K42, augurano Buon Natale

Importante incarico conferito dalla Fidal Calabria al direttore tecnico della Cosenza K42. Il neo eletto vertice calabrese della Federazione Italiana d’Atletica leggera, ha provveduto ad assegnare durante i lavori del Consiglio Regionale tenutosi sabato scorso a Reggio Calabria, cariche e ruoli per il prossimo quadriennio olimpico 2017/2020. La nuova struttura tecnica guidata dal Fiduciario Pasquale Latella, ha nominato Maurizio Leone responsabile del settore Fondo e Mezzofondo. All’ex azzurro, ora tecnico specialista di 3° livello, è demandato l’arduo compito di scoprire, formare e selezionare i futuri mezzofondisti non solo per conto della società giallonera, ma anche su scala regionale con l’obiettivo ambizioso di far rivivere all’atletica calabrese i tempi d’oro di Francesco Panetta e dello stesso Leone, i due mezzofondisti più autorevoli della specialità cresciuti in Calabria, che hanno segnato la storia dell’atletica italiana.